Eventi e cultura

“Showup” al MOA di Eboli, il debutto della MV dance Factory

EBOLI.  Il MOA di Eboli ospiterà la prima di “Showup” lo spettacolo di teatro-danza che segna il debutto della MV dance Factory di Maria Vittoria Maglione.

La prima di “Showup” al Museo of Operation Avalanche

La MV dance Factory debutterà il prossimo 26 gennaio al MOA – Museum of Operation Avalanche di Eboli, con lo spettacolo “Showup – Come posso ricordare il volto che non so dimenticare”, con la direzione artistica di Maria Vittoria Maglione, la regia ad Eirene Campagna e le coreografie di Simone Liguori, che ha curato anche il progetto video di presentazione dello spettacolo.

Probabilmente non c’era posto più adatto del MOA per ospitare uno spettacolo che trae libera ispirazione dai tragici fatti della perseguitazione degli ebrei da parte dei regimi nazisti e fascisti durante la seconda guerra mondiale.

“Showup” è un racconto drammatico liberamente ispirato dalla storia di Heinz Skall, perseguitato dal regime nazista e sopravvissuto alla guerra e all’Olocausto; una storia che è stata pazientemente ricostruita dalle sue figlie, che gli autori di “Showup” hanno conosciuto personalmente.

Si tratta quindi di un’opera originale nata dal lavoro di ricerca storica condotto in prima persona dalla regista, la giovane ballerina Eirene Campagna, e che trae spunto dalle testimonianze di seconda generazione di figli e nipoti dei sopravvissuti all’Olocausto.

Già sold out la prima data del 26 gennaio, la MV dance Factory replicherà al MOA domenica 28 alle ore 19, mentre sono in programma le tappe di Battipaglia, Campagna e Salerno.

Campagna e Liguori: «Abbiamo scelto di esprimerci in piena libertà»

«Approcciarsi alla tematica della Shoah può essere devastante» spiega la regista, Eirene Campagna, «approcciarsi alla tematica della Shoah, dopo che per troppo si è sfruttato il suo effetto mediatico, può esserlo ancora di più. Per questo motivo la nostra scelta è stata radicale, e quindi abbiamo deciso di essere radicalmente liberi: nello spazio, nel tempo, nella storia di Heinz, nella storia dell’Olocausto, nella storia dell’umanità».

Su nostro canale YouTube, l’intervista alla regista Eirene Campagna, autrice della ricerca, e al coreografo, Simone Liguori.

Nasce la MV dance Factory

MV dance Factory è la compagnia di danza fondata e diretta dalla ballerina salernitana, insegnante e coreografa, Maria Vittoria Maglione, che ha raccolto attorno a sé un ensemble di giovani danzatori, tutti provenienti dalla provincia di Salerno.

«Il progetto nasce con l’intento di promuovere la danza come forma di cultura, mezzo di confronto oltre che di intrattenimento», spiega Maria Vittoria Maglione «e per affermare con forza il valore culturale ed espressivo di quella che è stata definita l’arte per eccellenza, quella capace in sé di racchiudere tutte le altre, dalla musica alle arti figurative».

Con “Showup” la MV dance Factory dà corpo e sostanza a tematiche dal forte impatto emotivo, rendendo il corpo veicolo di un profondo messaggio di umanità. Un cammino di crescita personale che ricerca un coinvolgimento immediato nello spettatore e lo chiama ad una riflessione profonda.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button