Cronaca

Siano, tentata rapina: in manette sue sorelle 15enni

Siano, due sorelle rom in manette per tentata rapina aggravata. Le due minorenni minacciarono una 52enne con una pistola

Siano, due sorelle rom in manette per tentata rapina aggravata. Le due minorenni minacciarono una 52enne con una pistola cercando di farsi consegnare il denaro. La vittima riuscì a mettere in fuga le ragazze.

Siano, sorelle in manette per tentata rapina

Questa mattina i militari della stazione Carabinieri di Siano hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare, per il reato di tentata rapina aggravata, nei confronti di B.D. e B.N. 15enni, sorelle di origini rom residenti a Siano, entrambe con precedenti.

Le indagini

Le indagini svolte dalla dipende Stazione hanno consentito di individuare le due ragazze come autrici di un tentativo di rapina a mano armata ai danni di una donna 52enne di Siano avvenuto nella sera del 12 luglio scorso.
In particolare, le due ragazze, lungo via Botta in Siano, intorno alle ore 22:00, hanno avvicinato la malcapitata donna e sotto minaccia di una pistola, hanno cercato di farsi consegnare del denaro. Tuttavia la decisa ed improvvisa reazione della vittima, che, avanzando verso una delle sorelle, ha estratto il telefono dicendo di contattare i carabinieri, ha messo in fuga le due giovani.

Il Gip del Tribunale per i Minorenni di Salerno accolta la richiesta del PM e condivise a pieno le risultanze investigative fornite dai militari dell’Arma, visti i precedenti delle giovani e giudicando la famiglia non idonea ad esercitare adeguato controllo ha stabilito l’applicazione della misura cautelare del collocamento in due distinte comunità.

Articoli correlati

Back to top button