Cronaca

Sicignano degli Alburni, moglie e marito morti insieme: l’ultimo viaggio insieme

Antonia e Carmine da un po' di tempo vivevano in una casa albergo di palazzo Belvedere

È una storia di amore eterno quella che arriva da Sicignano degli Alburni, dove moglie e marito sono morti a poche ore di distanza, l’uno dall’altra. Carmine, dopo la morte della sua Antonia, ripeteva la frase: “Aspettami, sto per arrivare da te”. E così è stato, come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Sicignano degli Alburni, moglie e marito morti a poche ore di distanza

Antonia e Carmine da un po’ di tempo vivevano in una casa albergo di palazzo Belvedere, a Sicignano degli Alburni. Carmine pensava ad entrambi, dato che Antonia aveva problemi che non riuscivano più a farle prendere decisioni in modo autonomo.

Fino all’ultimo respiro sono stati seguiti ed accuditi, fino all’ultimo viaggio. Antonia e Carmine, 88 anni lei, 90 lui, non avevano figli. Prima di morire, lui ha voluto lasciare in eredità all’infermiere della struttura il suo bastone a cui era molto affezionato. 

Il ricordo

Nei giorni scorsi, la struttura ha ricordato così Antonia e Carmine: “La tenerezza dei loro sguardi e la voglia continua di sfiorarsi, sono il simbolo di un qualcosa in cui credere per l’eternità. Sembrano storie rare, da contare sulle dita: coppie di anziani che, dopo essere stati insieme una vita, muoiono uno dopo l’altro a distanza di poche ore. Storie preziose di cui fare tesoro. La saggezza di una generazione da cui apprendere i veri valori della vita”.

Articoli correlati

Back to top button