Salerno, simboli fascisti affissi inalcune zone dell’ala nord cittadina

simboli-fascisti-salerno

Si parla spesso di fascismo in questi anni, sia in televisione che nei media si ripercorrono queste pagine nere della nostra storia, quelle che lasciano a tutti un alone di sdegno e sgomento figlio della Seconda Guerra Mondiale. Tuttavia, pare che per le strade non fa più scalpore un simbolo fascista posto così, alla portata di tutti.

Simboli fascisti nell’ala nord di Salerno, il caso

Secondo quanto riportano le immagini, sono tre i simboli nazisti posti presso l’ala nord di Salerno (a pochi passi dal Centro cittadino) la gente passa e spassa indisturbata, un po’ come se avessero dinnanzi un qualsivoglia adornamento urbano o come se fossero le classiche ragazzate di qualche “pischello” con la bomboletta.

Le prime due sono presenti nel tratto che collega via dei Santissimi Martiri Salernitani con la stazione di Salerno, la terza, invece, è affissa in bella mostra nei pressi della rotatoria di via Nizza.

Entrambe due i luoghi sono estremamente frequentati da studenti, turisti, commercianti, liberi professionisti e – a quanto pare – una croce celtica (simbolo cardine del neo-fascismo) non ha importanza, come se quel grande “tumore” che si diramò in tutta Europa fosse reale quanto gli elfi di Tolkien o i centauri delle Cronache di Narnja.

Questi simboli giacciono da anni e nessuno, né l’Amministrazione comunale, né i comitati di quartiere si sono presi la briga di porci la dovuta attenzione e chissà, magari sottovalutando a grandi linee il problema per poi reagire solo quando, quelle croci celtiche su quei muri, divengono l’emblema di azioni compromettenti per l’incolumità dei più.

 

TAG