Cava de’ Tirreni, ruba il reddito di cittadinanza della ex e la picchia con uno sgabello: arrestato

Sorvegliato speciale di Cava de' Tirreni picchia l'ex e le ruba il telefono col quale la donna stava cercando di chiamare il 112

Sorvegliato speciale di Cava de’ Tirreni picchia rapina l’ex compagna. Gli Agenti della Polizia di Stato hanno arrestato L. V. quarantottenne, Cava de’ Tirreni, responsabile di rapina aggravata, con ulteriore aggravante in quanto commessa da persona sottoposta alla misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale con obbligo di soggiorno.

Sorvegliato speciale di Cava de’ Tirreni picchia rapina l’ex compagna

In particolare, gli Agenti del Commissariato di Polizia di Stato di Cava de’ Tirreni sono intervenuti  a tutela di una donna, aggredita con uno sgabello e rapinata del telefono dal compagno, L. V.,   presso un’abitazione del rione Gescal di Cava de’ Tirreni. Contemporaneamente gli Agenti dello stesso Commissariato effettuando un controllo nelle strade viciniori, riuscendo a rintracciare il L. V. che si era nel frattempo allontanato con una bicicletta.

Gli Agenti hanno ricostruito la dinamica dell’aggressione subita dalla donna, picchiata violentemente dal compagno che la privava del  reddito di cittadinanza di cui lei è titolare,  sottraendole la relativa “card”, e lasciandole solo un residuo della mensilità, mentre il resto gli veniva prelevato dal convivente a sua insaputa.

Le violenze subite dalla donna

Alle richiesta di spiegazioni da parte della donna di questo ammanco, l’uomo reagiva con violenza offendendo e colpendo la compagna con pugni alla testa ed al corpo. La donna ha tentato di telefonare al 112 col suo telefono cellulare ma il L.V. glielo ha strappato violentemente da mano, infilandoselo nei pantaloni. Il compagno ha quindi colpito la donna con uno sgabello in legno per poi fuggire. La donna è stata soccorsa con autoambulanza e curata presso il pronto soccorso dell’ ospedale di Cava de’ Tirreni ove le venivano refertate  alcune contusioni. Gli Agenti del Commissariato hanno rintracciato l’uomo e recuperato il telefono della donna.

L’arresto

Pertanto L.V. è stato tratto in arresto dalla Polizia di Stato per rapina aggravata, con l’ulteriore aggravante dell’ essere sottoposto alla misura della Sorveglianza Speciale con l’ obbligo di dimora. Informato il pm di turno presso il Tribunale di Nocera Inferiore, l’arrestato è stato associato alla  Casa Circondariale di Salerno a disposizione dell’ Autorità Giudiziaria.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

 

TAG