Cronaca

Sparatoria a Mercato San Severino, il killer di Salvati resta in carcere

Sparatoria a Mercato San Severino, il killer di Vincenzo Salvati resta in carcere. Si tratta del 35enne Vincenzo Ansalone di Baronissi indagato anche per il ferimento di Aniello Califano, 38enne ricoverato da sabato scorso al Ruggi di Salerno, in prognosi riservata.

Omicidio Salvati, il killer resta in carcere

Ieri mattina Ansalone è stato interrogato dal gip, per l’udienza di convalida, assistito dal suo legale Michele Sarno. Era presente anche il sostituto procuratore a Nocera Inferiore e titolare delle indagini, Angelo Rubano.

Il 35enne ha spiegato che non aveva intenzione di uccidere e ha riferito che quando Salvati era finito a terra, dopo i primi colpi, aveva invitato il figlio della vittima ad aiutare e soccorrere il genitore. Ad Ansalone non sono stati comunque concessi i domiciliari.

Articoli correlati

Back to top button