Cronaca

Sparatoria a Pontecagnano, carabiniere indagato per omicidio colposo

Indagato per omicidio colposo il carabiniere della Compagnia di Battipaglia che la sera di Pasqua ha sparato al ladro albanese deceduto ieri mattina in ospedale a Salerno.

Nel registro degli indagati è stato registrato ieri pomeriggio dopo che il maggiore Erich Fasolino ha consegnato una dettagliata informativa su quanto accaduto al sostituto procuratore Federico Nesso.

Sparatoria a Pontecagnano, carabiniere indagato per omicidio colposo

Come scrive Il Mattino, un «atto dovuto» in attesa che l’autopsia sul cadavere dello straniero, fissata per quest’oggi, possa chiarire l’esatta dinamica dell’incidente e confermare la versione riportata dal militare.

Una versione dei fatti puntuale dove la casualità avrebbe avuto, secondo la ricostruzione presentata in procura, una parte importante. Il militare avrebbe difatti visto lo straniero alzare un braccio. Gli era davanti, pistola in pugno, è corso per bloccarlo mentre questi scavalcava una recinzione, ma è scivolato.

Pensava che potesse anche lui avere un’arma e, poiché l’inseguimento stava avvenendo nei pressi di un parco abitato, via dei Picentini, il militare aveva pensato di impugnare la pistola per farlo arrendere. Invece è caduto e sarebbe partito involontariamente il proiettile che ha colpito T.J., 42 anni, sotto l’ascella per trapassare il torace e uscire dal lato opposto.

Le condizioni del 42enne

Le sue condizioni sono state subito dichiarate gravi dai sanitari dell’ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona. Però l’uomo ha resistito fino alle prime luci dell’alba di ieri, dove poi si è lasciato andare ed è deceduto nel reparto di Rianimazione dell’ospedale.

I carabinieri stanno ora cercando di risalire alla sua famiglia e alle sue conoscenze. Ufficialmente risiederebbe a Marcianise ma nel Casertano nessuno sa nulla di lui. Si continuano quindi le ricerche per identificare e acciuffare anche i suoi due complici.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button