Cronaca

Speleologo salernitano cade a una profondità di 175 metri. Salvato dai soccorritori

SALERNO. Brutta avventura, per uno speleologo di Salerno.

Domenica, durante l’esplorazione insieme ad altri compagni della grotta “Cul di bove” a Campochiaro, in provincia di Campobasso, forse a causa del cedimento di una fune è caduto rimanendo bloccato a una profondità di 175 metri.

Immediato l’allarme e l’intervento di una squadra del Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico che, dopo averlo soccorso, lo ha riportato in superficie e affidato alle cure dei medici.

Articoli correlati

Back to top button