Salernitana beffata e rimontata. Nello Spezia a segno anche l'ex Sciaudone. Coda ancora in goal

La cronaca di Spezia - Salernitana

Undicesima sconfitta in campionato per la Salernitana che al “Picco” di La Spezia si illude con Coda ma poi subisce la rimonta dei padroni di casa a segno con Vignali, Calaiò e il goal dell’ex Sciaudone. Granata terzultimi, senza una parvenza di gioco, demoliti dal sodalizio bianconero per tutti i novanta minuti nonostante l’inaspettato vantaggio. Terracciano evita un passivo ben più pesante. Il prossimo incontro dei granata sarà in casa con il Pescara.

PREVIEW – Squadra che vince non si cambia. Torrente conferma in blocco l’undici che ha ottenuto i tre punti, nella scorsa giornata, contro il Brescia di Roberto Boscaglia. Sarà, quindi, 4-3-3 con Oikonomidis e Gabionetta esterni e Coda riferimento centrale. Granata alla caccia del primo successo esterno che manca esattamente da dieci mesi (0-1 a Pagani lo scorso primo aprile). Spezia con schieramento identico a quello degli ospiti e con due esordi in maglia bianconera dal primo minuto: quelli del giovane Vignali e dell’ex della partita Antonio Piccolo.

PRIMO TEMPO – La Salernitana batte il calcio d’inizio ma è lo Spezia ad avere il pallino del gioco, sin dai primi istanti. Al quarto minuto grande botta dal limite di Situm. La conclusione del croato, destinata all’angolino, viene prontamente deviata da Terracciano in corner. Buon agonismo da parte di entrambe le squadre in questi primi frangenti della gara del “Picco”. Al sesto, ammonito Vignali, giovane centrocampista spezzino all’esordio con la maglia dello Spezia in Serie B. I padroni di casa insistono, Franco viene ammonito al decimo per un intervento da tergo su un calciatore bianconero. Al quattordicesimo Terracciano concede il bis sul tiro di Errasti leggermente deviato da Zito. Provvidenziale l’intervento dell’estremo difensore campano che scongiura il vantaggio dei liguri. Il primo tiro in porta, da parte granata, lo compie Zito due giri di lancette dopo. L’ex Avellino, da oltre 30 metri, calcia una punizione velleitaria su cui Chichizola è attento e para senza alcun problema. Al ventunesimo Calaiò non approfitta del clamoroso liscio di Franco: la sua conclusione viene abilmente parata da Terracciano. Quattro minuti dopo giallo anche per Gabionetta: il brasiliano stende Migliore, l’arbitro lo ammonisce. Abisso grazia Franco al minuto 28: il terzino mancino viene saltato da Piccolo con un pregevole dribbling e di conseguenza lo stende. Grandi proteste dei padroni di casa. La Salernitana si affaccia in area avversaria al trentaseiesimo: in mischia Franco scarica il sinistro che viene deviato in angolo. L’ultimo brivido di questi quarantacinque minuti, completamente di marca bianconera, lo regala Canadjlja che costringe all’intervento di piede Terracciano. L’arbitro Abisso fischia la fine del primo tempo senza alcun minuto di recupero. Spezia arrembante e vicino al vantaggio in ben tre circostanze: Salernitana salvata dalle prodezze dell’estremo difensore campano.

SECONDO TEMPO – Confermati gli stessi ventidue in campo. Al secondo minuto viene ammonito Errasti, reo di un intervento falloso ai danni di Gabionetta. Poco dopo, Calaiò scalda i guantoni di Terracciano che compie l’ennesima parata decisiva inchiodando il punteggio sullo 0-0. Ammonito Situm per simulazione: il contatto con Ceccarelli sembrava, tuttavia, esserci. La Salernitana rimane in dieci al quattordicesimo: espulsione ingenua per Denilson Gabionetta. Il brasiliano, già sanzionato prima con il giallo, guadagna il rosso per un intervento ai danni di Canadjlja. Giusto provvedimento dell’arbitro Abisso. Torrente corre ai ripari e sostituisce Moro con Odjer. All’improvviso, inaspettatamente la Salernitana passa in vantaggio: calcio d’angolo calibrato di Ronaldo, stacco imperioso di Coda, Chichizola battuto. Sesto goal stagionale, il secondo consecutivo, per l’attaccante di Cava de’ Tirreni. Pareggio immediato dei padroni di casa: cross di Situm, sponda di testa di Piccolo e il giovanissimo Vignali in due tempi sigla la sua prima marcatura in carriera. Poco dopo Vignali concede quasi il bis: Terracciano si supera e respinge la conclusione a botta sicura del “canterano” ligure. Prima presenza per il fresco ex Sciaudone: il centrocampista lombardo rileva un esausto Canadjlja.

Ingenuità di Zito al trentesimo che affossa Vignali: l’arbitro Abisso decreta il calcio di rigore per i padroni di casa. Calaiò si presenta sul dischetto ma la sua prima realizzazione viene annullata dalla giacchetta nera in quanto l’ex Napoli aveva rallentato il passo al momento della battuta; il bomber siciliano ci riprova e concede il bis: Terracciano ci arriva in ritardo, è la rete del sorpasso spezzino. Torrente rischia il tutto per tutto: via Zito, dentro Donnarumma. Secondo cambio anche per i padroni di casa con Di Carlo che concede la passerella a Piccolo: lo rileva Kvzic. Al 38′ Sciaudone sfiora il goal dell’ex: il suo colpo di testa termina a lato. Standing ovation per Vignali: il giovane prodotto dei bianconeri viene sostiuito da Misic. Bovo subentra ad Empereur, granata arrembanti ma lo Spezia chiude il match a due minuti dalla fine: Sciaudone timbra il cartellino con un rasoterra di destro sfruttando l’assist del neo-entrato Kvzic. Dopo cinque minuti di recupero Abisso decreta la fine delle ostilità: lo Spezia schianta la Salernitana per 3-1. Coda illude, i granata colano a Piccolo e rimangono terzultimi in classifica.

TABELLINO SPEZIA – SALERNITANA 3-1

SPEZIA (4-3-3): Chichizola 6; De Col 6, Postigo 6, Terzi 6, Migliore 6; Canadjija 6,5 (dal 73′ Sciaudone 6,5), Vignali 6,5 (dal 86′, Misic S.V.), Errasti 5,5; Piccolo 6,5 (dal 81′, Kvrzic S.V.), Calaió 7, Situm 6,5. Allenatore: Di Carlo.

SALERNITANA (4-3-3): Terracciano 7; Ceccarelli 5,5, Bernardini 5,5, Empereur 5, Franco 5; Moro 5 (dal 61′, Odjer 5,5), Ronaldo 5,5 (dal 86′, Bovo S.V.), Zito 5 (dal 79′, Donnarumma S.V.); Gabionetta 4,5, Coda 6,5, Oikonomidis 6. Allenatore: Torrente.

Marcatori: Coda (SA, 64′), Vignali (SP, 57′), Calaiò (SP, 77′), Sciaudone (SP, 88′)
Ammoniti: Vignali (SP, 7′), Franco (SA, 9′), Gabionetta (SA, 25′ e 59′), Errasti (SP, 47′), Situm (SP, 57′)
Espulsi: Gabionetta (SA, 59′)
Arbitro: Rosario Abisso di Palermo

Sostieni la nostra redazione.

Offrici un caffè

TAG