Angri, ritornano i miasmi nauseabondi lungo la Ss 18: residenti sul piede di guerra

SS18-Tirrenia-Inferiore-Angri

L'aria torna ad essere irrespirabile lungo la Ss18, i residenti ritornano, dunque, ad essere coinvolti in un problema che si trascina da almeno sette anni

Presso il territorio comunale di Angri, l’intero paese è alle prese con un problema che si sta portando avanti dal oltre sette anni, ovvero i miasmi nauseabondi lungo la Ss 18 Tirrenia Inferiore. L’odore insopportabile provoca non pochi problemi di salute agli angrisani che abitano in quelle zone, ma i miasmi raggiungono persino il Centro cittadino.

Residenti in rivolta

Stando a quanto riportano le indiscrezioni, la situazione è ormai divenuta insopportabile, raggiungendo dei livelli record nel periodo estivo (proprio quando questo tanfo si avverte in maniera più consistente). Nel passato era il malfunzionamento delle vasche di un impianto di depurazione a provocare il problema, ma ora si è ripresentato con una rinnovata forza nelle ultime settimane.

Così i residenti di via Nazionale sono costretti a trincerarsi nelle loro abitazioni perché il cattivo odore è davvero un qualcosa di disgustoso e nel corso del tempo nessuno si è mai prodigato a dare loro una mano. Alcuni attribuiscono il tanfo alla presenza del canale San Tommaso ed altri alla lavorazione di legumi sul territorio. Fatto sta che siamo dinnanzi ad una grande emergenza.

TAG