Cronaca

Stabilimenti balneari chiusi a Battipaglia: non c'è il Sombrero

BATTIPAGLIA. Un curioso errore del Comune di Battipaglia in una delibera esposta all’albo pretorio (la numero 32804 del 6 maggio scorso) ha coinvolto il Lido El Sombrero tra gli stabilimenti balneari e camping sulla fascia costiera battipagliese finiti nel calderone giudiziario acceso dalla commissione straordinaria. Diverse attività ricettive hanno ricevuto dal Comune l’ordinanza di decadenza delle concessioni demaniali marittime per reiterati abusi edilizi.

Tra questi non c’è il Lido El Sombrero. Il nome dello stabilimento era stato inserito per errore dal Comune di Battipaglia nella suddetta delibera, a pagina 5. Lo stabilimento aprirà regolarmente le porte con l’inizio della stagione estiva.

Sulla questione è intervenuto l’ex consigliere comunale Egidio Mirra: «dopo oltre 24 mesi dall’insediamento, la commissione straordinaria, che sarà ricordata per consulenze varie e per dichiarazioni mortificanti nei confronti della città, non trova di meglio che emanare ordinanze di chiusura di una serie di stabilimenti balneari, quando gli imprenditori hanno già effettuato investimenti e migliorie per l’estate alle porte.

Giusta la tutela della legalità, come pure il rispetto del territorio, ma vanno anche preservare le forze economiche che ancora credono e investono nel territorio, e va loro garantita la possibilità di difesa, che ad oggi rischiano soltanto di perdere l’intera stagione estiva con un danno economico incalcolabile. Da una commissione straordinaria ci saremmo aspettati più rispetto».

Articoli correlati

Back to top button