Stalking ai danni dell’amante della moglie

stalking-amante-moglie

Salerno, è stato rinviato a giudizio un uomo residente nella zona orientale, accusato di stalking e lesioni a carico dell'amante della moglie

Neanche il tempo di piangere la moglie morta che scopre che la donna, negli anni, aveva intrecciato una relazione con un altro uomo. Così il vedovo tradito si mette sulle tracce del rivale e inizia a perseguitarlo per oltre un anno. Ieri l’udienza preliminare che ha deciso il rinvio a giudizio per l’uomo, un salernitano residente nella zona orientale, accusato di stalking e lesioni.

Stalking ai danni dell’amante della moglie: condannato

L’uomo, assistito dall’avvocato Arnaldo Franco, ha chiesto di patteggiare la pena concludendo la vicenda giudiziaria con una condanna a quattro mesi di reclusione ma il gup non ha ritenuto congruo il patteggiamento e ha disposto a carico del marito tradito, un operaio della zona orientale che non ha nemmeno risarcito il danno, il rinvio a giudizio.

La vicenda

L’uomo aveva scoperto della relazione della moglie, morta poco prima, attraverso dei messaggi di testo, ritrovati sul telefono della donna.

In breve il vedovo era risalito all’indirizzo dell’amante della defunta e ha cominciato a rendergli la vita impossibile appostandosi sotto la sua abitazione, minacciandolo e tormentandolo a ogni ora del giorno e della notte.

TAG