CronacaEconomia

Stop a sigarette e smartphone: nuovi divieti al volante

Divieto di fumo alla guida, patente sospesa per chi utilizza lo smartphone al volante, pene più severe per chi occupa i posti riservati ai disabili e stralli rosa per donne incinte e neo mamme.

Divieto di fumo alla guida dell’auto

La maggioranza giallo-verde è al lavoro sul nuovo codice della strada, all’insegna di una serie di novità destinate a riscrivere molte delle regole attuali e a sanzionare con maggiore durezza le cattive abitudini degli automobilisti italiani. Pugno di ferro contro chi fuma o assume sostanze stupefacenti.

Le nuove regole

Se fino a oggi era vietato accendere la sigaretta solo in presenza di minori e donne incinte, scatterà con le nuove regole il divieto di fumo assoluto senza se e senza ma. Tolleranza zero o quasi, per chi utilizza il telefonino alla guida.

Per i trasgressori pene severe che arrivano fino alla «sospensione della patente di guida da uno a tre mesi», che in caso di recidiva costeranno sanzioni comprese tra i 319 a e 1.276 euro, e uno stop alla patente che può estendersi da due a sei mesi.

Ma non saranno solo gli smartphone a finire al bando: la tagliola scatterà anche per chi viene sorpreso a trastullarsi anche con «computer portatili, notebook, tablet e dispositivi analoghi che comportino anche solo temporaneamente l’allontanamento delle mani dal volante di guida».

Nel pacchetto di ritocchi al codice della strada spiccano inoltre i parcheggi rosa, e cioè degli spazi gratuiti riservati alle donne in gravidanza o che hanno figli di età non superiore a un anno. E arrivano inoltre a beneficio dei disabili anche le strisce blu, all’interno delle quali potranno parcheggiare liberamente qualora gli stralli gialli risultino indisponibili o occupati.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button