Cronaca

La storia di Grazia Di Nicola: “Per una trasfusione ho perso le mie figlie”

Un rapporto burrascoso quello tra Grazia Di Nicola e le due figlie, reso ancora più complesso per l’appartenenza ad un credo religioso le cui regole non possono essere assolutamente trasgredite.

Grazia Di Nicola ha perso le sue figlie a causa di una trasfusione: la storia

Un rapporto difficile quello tra Grazia Di Nicola e le sue figlie, reso ancora più complesso per via dell’appartenenza della madre ad un credo religioso le cui regole non possono essere assolutamente trasgredite.

«Che fine hanno fatto le mie figlie? Aiutatemi a trovarle». È l’appello disperato di Grazia Di Nicola, 48enne ex testimone di Geova di Colliano, che da oltre quindici giorni non ha più notizie delle sue tre figlie di 30, 25 e 21 anni.

La storia

La storia di Grazia Di Nicola inizia tre anni fa, quando la donna, battezzata nell’organizzazione dei Testimoni di Geova, sposata e mamma di 4 figli, si sottopone ad un delicato intervento chirurgico di asportazione di una massa.

Come tutti i membri dei testimoni di Geova, anche la 48enne di Colliano segue determinate regole imposte dal credo, tra cui il divieto delle trasfusioni di sangue. Ma la voglia di vivere e l’amore per i suoi figli ha superato qualsiasi altra cosa.

Da quel giorno però, inizia un lungo calvario per Grazia. In primo luogo, fu espulsa dai Testimoni di Geova. Per le sue figlie la madre è una peccatrice, motivo per cui sono fuggite fuori di casa.

La scomparsa delle tre figlie

Due settimane fa, la madre ha scoperto che le figlie sono andate via dalla propria terra e non ha più notizie di loro. La preoccupazione è tanta. Intanto la 48enne come scrive anche La Città, ha sporto denuncia ai carabinieri. 

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button