Strage di Londra, la salernitana Alessia racconta: «Ho visto la tragedia dall'ospedale»

Alessia Volpe è una ragazza salernitana che lavora al St. Thomas'Hospital, a pochi metri dal Westminster Bridge, ovvero il ponte dove nella giornata di ieri

Alessia Volpe è una ragazza salernitana che lavora al St. Thomas’Hospital, a pochi metri dal Westminster Bridge, ovvero il ponte dove nella giornata di ieri, un terrorista ha seminato il panico, travolgendo e uccidendo diverse persone prima di impattare contro la cancellata del Parlamento britannico, prendere un coltello e scagliarsi contro gli agenti che successivamente lo hanno eliminato.

Come racconta il quotidiano Il Mattino, Alessia ha visto tutto l’accaduto e ha commentato «Non è stata un’idea saggia affacciarmi alla finestra, non ho mai visto episodi del genere nella mia vita, è un orrore». La biologa molecolare ha descritto una scena apocalittica e continua dicendo «Nel laboratorio dell’Istituto stavamo lavorando tranquillamente come ogni giorno, quando poi abbiamo sentito un rumore, ci siamo affacciati e abbiamo visto la strage in strada. Ho sbagliato ad affacciarmi».

Dall’ospedale Alessia e suoi colleghi si informano online, sono blindati ed isolati e cercano di capire cosa possa essere accaduto. Alessia racconta «Ho visto tante ambulanze dell’ospedale partire, ho temuto subito il peggio, e non avevo mai visto tante forze dell’ordine dispiegarsi così velocemente in vita mia».

 

 

TAG