Successo per “Servillo legge Napoli”: l’attore conquista ed appassiona il pubblico del “Fuenti” di Vietri sul Mare

successo-servillo-legge-napoli-attore-fuenti-vietri

Arena del Fuenti di Vietri sul Mare gremita per uno degli eventi clou della rassegna "Passaggio a Sud Ovest" diretta da Peppe Servillo

Arena del Fuenti di Vietri sul Mare gremita per uno degli eventi clou della rassegna di concerti “Passaggio a Sud Ovest” diretta da Peppe Servillo e Michelangelo Busco con ufficio stampa curato da Claudia Bonasi. Inaugurata lo scorso 28 giugno con il concerto del duetto Danilo Rea e Paolo Fresu, la manifestazione è riuscita nell’arduo tentativo di coniugare simbioticamente musica e momenti di alta esegesi letteraria e teatrale.

A questa secondo momento è appartenuto la serata dello scorso 5 luglio con protagonista Toni Servillo, attore e regista teatrale tra i più versatili nel panorama artistico italiano. L’attore casertano, già vincitore di due European Film Award e quattro David di Donatello, indimenticabile protagonista del film Premio Oscar “La Grande Bellezza” diretto da Paolo Sorrentino nel ruolo del giornalista Jep Gambardella, ha portato alla rassegna il suo “Servillo legge Napoli”, un omaggio ai testi dei drammaturghi e scrittori napoletani più insigni.

Toni Servillo legge Napoli

Accompagnato allo stesso tempo da un gran caldo e da alcune improvvise folate di vento che non poche volte hanno rischiato di “far volare a mare i fogli” ” come stesso il mattatore ha rilevato, “Servillo legge Napoli” è un omaggio che l’attore compie nei confronti della tradizione napoletana più varia e diversificata, costituita ed eternata in testi, poesie, frammenti di brani e piece teatrali espressione della tradizione popolare, borghese e sentimentale della città. Il risultato di questa unione di temi e tradizioni è un suggestivo percorso che il lettore, attraverso la bravura e la poliedricità stessa del fine dicitore, compie attraverso anni ed anni di Letteratura e di teatro.

Diversi i temi che si presentano nei passi recitati da Servillo; povertà, indigenza,rapporto vita-morte, situazioni paradossali di un quadro frammentato e disomogeneo di una società ma anche testimonianze di una fede incrollabile nella Provvidenza tanto da far spesso desiderare di avere un contatto autentico con il Santissimo.

successo-servillo-legge-napoli-attore-fuenti-vietri

Le opere

De Filippo, Viviani, ma anche Ferdinando Russo e Mimmo Borrelli gli autori scelti dall’interprete de “Le conseguenze dell’amore” per omaggiare il pubblico vietrese e napoletano: in due ore di spettacolo Servillo ha magistralmente interpretato:

  • “Lassamme fa a Dio” di Salvatore Di Giacomo
  • “Depretore Vincenzo” di Eduardo de Filippo
  • “A Madonna d’e mandarine” di Ferdinando Russo
  • “E sfugliatelle!” di Ferdinando Russo
  • “Fravecature” di Raffaele Viviani
  • “A Sciaveca” di Mimmo Borrelli
  • “Litoranea” di Enzo Moscato
  • “O viecchio sott ‘o ponte” di Maurizio De Giovanni
  • “Sogno Napoletano” di Giuseppe Montesano
  • “Napule” di Mimmo Borrelli
  • “A livella” di Antonio De Curtis
  • “Primitivamente” di Raffaele Viviani
  • “Nfunno” di Eduardo de Filippo
  • “Cose sta lengua sperduta” di Michele Sovente.

TAG