Suicidio Jessica Sacco, a processo il padre e il fratello

suicidio-jessica-sacco-processo

La 22enne Jessica Sacco si lanciò dal balcone della sua casa, in località Mandia ad Ascea marina, nel marzo del 2015. Al via il processo

La 22enne Jessica Sacco si lanciò dal balcone della sua casa, in località Mandia ad Ascea marina, nel marzo del 2015.

Il padre e il fratello di Jessica Sacco a processo per il suicidio della 22enne

Sotto processo sono finiti il padre e il fratello, Luigi e Stefano Sacco, l’accusa per loro è maltrattamenti in famiglia aggravati dall’evento morte.

Il processo, presso Corte di assise di Salerno, è iniziato ieri. La procura di Vallo aprì subito un’inchiesta per verificare eventuali ferite sul corpo della giovane oltre a quelle prodotte dall’impatto con il suolo.

All’udienza di ieri sono stati ascoltati i primi testimoni: due esponenti delle forze dell’ordine e tre amiche della giovane.

La vicenda

Jessica aveva compiuto il gesto estremo mentre il padre e il fidanzato litigavano, davanti al bar gestito dalla famiglia.

Non era il primo episodio, ma quella sera i due erano arrivato addirittura alle mani. A quanto pare la famiglia della ragazza era contraria alla relazione, fonte di preoccupazione e ansie per la giovane, che evidentemente non riusciva più a reggere la pressione.

Un tragico epilogo per una vicenda ancora poco chiara.

TAG