Cronaca

Litiga con il convivente e si lancia dal balcone, 8 anni fa uccise il marito | Shock a Salerno

Suicidio a Salerno, donna si lancia dal balcone in via Tasso dopo il litigio con il convivente. Chi era la donna morta dopo l'ennesima discussione

Dramma a Salerno ,dove nella giornata di ieri domenica 28 novembre, una donna si è lanciata dal balcone della sua abitazione, situata in via Tasso, in seguito all’ennesima discussione con il suo convivente. Come scrive anche l’odierna edizione de Il Mattino, la vittima, M.CP. 49 anni, già 8 anni fa aveva ucciso suo marito.

Salerno, si lancia dal balcone dopo un litigio: chi è la donna morta in via Tasso

La donna, originaria di Torre del Greco, nel 2013 uccise suo marito prima stordendolo con il ferro da stiro e poi con cinque coltellate. Anche in quel periodo la donna, secondo la ricostruzione dell’epoca, litigava continuamente con il marito.

L’ossessione della malattia

La 49enne ossessionata dal pensiero della morte dopo essere stata operata per un tumore al seno ed era convinta di aver trasmesso il male anche ai due figli gemelli che allora avevano solo 12 anni. Uno stato di agitazione psichica ignorato dal convivente.

Dopo aver ucciso il marito ha cercato anche di strangolare il figlio con una cintura e, quando questi riuscì a fuggire. Anche in quell’occasione la donna tentò di lanciarsi dal balcone, l’omicidio e la sua storia vennero fuori dopo che i vigili del fuoco intervennero per un principio di incendio segnalato dai vicini. I due gemelli le furono tolti dopo l’omicidio del marito e da sei anni era in regime di libertà vigilata.

Articoli correlati

Back to top button