Cronaca

Suicidio Tiziana Cantone, calunnia nei confronti dei due battipagliesi

BATTIPAGLIA. I due trentenni battipagliesi, inizialmente coinvolti nell’inchiesta sulla diffusione dei video hard che avrebbero portato al suicidio di Tiziana Cantone, potrebbero essere stati vittime di calunnia.

Stando a quanto rivela La Città, sarebbe stato l’ex fidanzato della Cantone, Sergio Di Pall, a diffondere i video incriminati. Tant’è che il pm Alessandro Milita ha chiesto per lui il giudizio immediato.

Dunque, tra i presunti calunniati, ci sarebbero anche i due trentenni di Battipaglia, difesi dagli avvocati Marco Martello ed Orazio Tedesco.

La Procura di Napoli ha stabilito che quei video furono messi in circolo dalla coppia stessa. Successivamente, copiati e ripresi da altri utenti del web. La calunnia si verificherebbe nel momento in cui si dimostrasse che Di Palo voleva far ricadere la colpa della pubblicazione sui due 30enni

Articoli correlati

Back to top button