Cronaca

Pagani, tentato omicidio di un imbianchino: conferma delle condanne a 33 anni di reclusione

L'appello con sentenza è previsto per settembre

Per il tentato omicidio di un imbianchino, è stata chiesta la riconferma delle condanne a 33 anni di reclusione per gli autori della gambizzazione. In 4 davanti al giudice d’appello per l’accusa di tentato omicidio.

Tentato omicidio di un imbianchino di Pagani, le condanne

L’episodio è avvenuto nel giugno 2020, dopo un primo iniziale litigio, consumato all’interno di una concessionaria di automobili a Corbara. In questo frangente è entrato in gioco l’imbianchino colpevole di essersi intromesso in una controversia non sua, fino a litigare con uno dei quattro accusati.

Da quel momento era partita la successiva spedizione armata, con la vendetta consumata in pieno giorno a Pagani, in via Casa Marrazzo, ed i quattro pronti a chiudere il conto. Poi l’arresto e quindi il processo che ha portato a una prima condanna e ora l’appello con sentenza prevista per settembre.

Articoli correlati

Back to top button