Cronaca

Tentò di uccidere la madre. Ora si scusa: «Ero in preda a un raptus»

«Quella sera ero in preda a un raptus. Ma i miei genitori mi accusavano ingiustamente di fare uso di stupefacenti». Sarebbero state queste le parole pronunciate dal 17enne cilentano che nel giugno scorso ferì sua madre con numerose coltellate, aggredendo anche suo padre che tentava di frenare la sua furia.

Il racconto

Il ragazzo, secondo il racconto de Il Mattino, andò in escandescenza dopo l’ennesimo rimprovero della madre: in un attimo afferrò un coltello e infierì ripetutamente sulla donna. Ieri, nel corso di un interrogatorio, il 17enne ha ricostruito in maniera sommaria ciò che accadde circa 4 mesi fa, ammettendo di essere in preda a un raptus scatenato dalle continue accuse dei genitori. Il giovane fu arrestato il 12 giugno scorso, ammettendo ogni responsabilità sull’accaduto.

Articoli correlati

Back to top button