Cronaca

Non voleva uccidere la compagna con il gas ma suicidarsi, torna libero 55enne a Tramonti

Non voleva uccidere la sua compagna con il gas ma suicidarsi: torna libero un 55enne a Tramonti

Non voleva uccidere la sua compagna con il gas ma suicidarsi. Il 55enne aveva aperto le valvole del gas di notte, quando la donna stava dormendo. Proprio quell’odore così pungente che ha invaso l’abitazione l’ha svegliata. Immediatamente è partita la richiesta d’aiuto della donna. Sul luogo sono intervenuti i carabinieri di Tramonti ed i vigili del fuoco. I militari all’interno dell’abitazione situata nella frazione Pendolo hanno trovato un uomo di 55 anni, steso sul divano e privo di sensi proprio a causa di un inizio di avvelenamento.

Tramonti, vuole suicidarsi e non uccidere la compagna con il gas: libero 55enne

Stando a quanto ricostruito, l’uomo ascoltato dal giudice per le indagini preliminari, ha confessato la sua volontà di farla finita. Il giudice, Carla Di Filippo, ha respinto la richiesta di custodia cautelare in carcere avanzata dal pm in quanto il 55enne, nel tentativo di farla finita, si è preoccupato di “chiudere la porta della cucina dove è stato rinvenuto sul divano, dimostrando di approntare tutte le cautele volte a impedire che il gas potesse raggiungere la stanza dove dormiva” la compagna. L’uomo, difeso dall’avvocato Antonia Provenza, è stato rimesso in libertà.

L’uomo è già noto alle forze dell’ordine

L’uomo, già noto alle forze dell’ordine ha dei precedenti penali a suo carico per reati commessi sia ad Alessandria ( dove viveva con suo figlio) sia a Tramonti. Nella notte dello scorso 28 marzo, invece, esplose diversi colpi di fucile all’indirizzo del cancello della caserma dei carabinieri di Maiori danneggiando il citofono.

Articoli correlati

Back to top button