Cronaca

Treni "infernali" in estate, disagi soprattutto per chi viaggia verso il Cilento

Ogni anno, con l’arrivo dell’estate, sono in tanti i bagnanti dell’intera regione che si recano verso le acque del Cilento, specialmente nei weekend. In molti viaggiano in treno, giovani principalmente, ma nel periodo estivo, in particolare nei fine settimana, il trasporto ferroviario riporta numerosissimi problemi.

I passeggeri, infatti, si trovano spesso a viaggiare in condizioni disumane, accalcati, costretti a stare in piedi. Le carrozze sono sature e le vetture dunque non viaggiano rispettando le norme di sicurezza. Irrespirabile è l’aria in ogni vagone, con le calde giornate che caratterizzano questo periodo.

Viaggiare in assenza di aria climatizzata risulta ancora più difficile, spesso con un elevato rischio di malori per donne ed anziani. È importante dunque sottolineare che sono ancora pochi e insufficienti i provvedimenti presi dalla regione, i treni sono ancora troppo corti e ancora troppo ridotto il numero delle tratte che collegano le varie stazioni con capolinea a Napoli centrale, Scalea, Cosenza. Urge dunque intervenire nuovamente prima che accada qualcosa di be peggiore dei semplici disagi.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button