Trenitalia boccia le fermate nel cilento: il Frecciarossa non si ferma

cifre

Trenitalia boccia le fermate nel Cilento: il Frecciarossa non si ferma. A denunciare la vicenda il consigliere comunale di Sapri Del Medico

Trenitalia boccia le fermate nel Cilento: il Frecciarossa non si ferma. Da mercoledi 3 giugno, ogni giorno una coppia di Frecciarossa collegherà senza cambi Reggio Calabria con Torino. A denunciare la vicenda il consigliere comunale di Sapri Del Medico: “E’ necessaria una reazione forte e coraggiosa da parte delle istituzioni (locali, provinciali, regionali e nazionali) e delle associazioni sindacali e di categoria per difendere i nostri diritti”.

Trenitalia boccia le fermate nel cilento

Dopo Italo arriva la bocciatura anche di Trenitalia. Il Frecciarossa unirà il Sud Italia con le grandi città del Nord già servite dall’Alta velocità. Ogni giorno una coppia di Frecciarossa collegherà senza cambi Reggio Calabria con Torino. Non sono previste, quindi, fermate dopo quella alla stazione di Salerno.

La denuncia

A denunciarlo è il consigliere comunale di Sapri Giuseppe Del Medico: “E’ una decisione inaccettabile che penalizza la nostra città e l’intero territorio, dopo l’esclusione di Sapri dai due FrecciaArgento Bolzano/Sibari, ancora una mortificazione che hanno il suono di “campane a morte” per un territorio che deve affrontare la più grave crisi sociale ed economica dopo il dopoguerra”.

L’appello

“E’ necessaria una reazione forte e coraggiosa da parte delle istituzioni (locali, provinciali, regionali e nazionali) e delle associazioni sindacali e di categoria per difendere i nostri diritti, non possiamo accettare in silenzio decisioni che ci feriscono e sottraggono futuro ai nostri figli”.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Sostieni la nostra redazione.

Offrici un caffè

TAG