Cronaca

Troppa gente nei locali: riapre una discoteca nel Vallo di Diano

VALLO DI DIANO. Il gip di Lagonegro ha riaperto una delle discoteche sequestrate la scorsa settimana a Vallo di Diano la presenza di troppa gente e la violazione delle norme di sicurezza.

Dopo il sequestro riapre il Be Cool, ancora sigilli al Gambrinus: le disposizioni del gip

Il giudice delle indagini ha disposto l’apertura di una delle due discoteche sequestrate sabato scorso nel Vallo di Diano: il Be Cool di San Pietro al Tanagro potrà riaprire le proprie porte alla movida locale, mentre restano ancora sotto i sigilli il Gambrinus di Atena Lucana.

Come riportato da “Il Mattino”, la scorsa settimana le due discoteche erano state chiuse dai carabinieri della Compagnia di Sala Consilina perché non rispettavano alcune norme di sicurezza, specialmente in merito al numero troppo elevato di utenti all’interno dei due locali, oltre alla mancanza di alcuni documenti. In seguito, i titolari dei locali hanno presentato ricorso ma il gip di Lagonero ha concesso la rimozione dei sigilli soltanto per il Be Cool mentre ha respinto la richiesta del Gambrinus.

Il dissequestro per il locale di San Pietro al Tanagro è stato disposto giovedì, dopo alcuni giorni di chiusura legati all’ostruzione delle porte di emergenza per via dei tavoli all’interno e delle auto parcheggiare all’esterno: ciò avrebbe potuto comportare gravi pericolo ai clienti ma con il ricorso da parte del legale dei titolari la situazione è stata sbloccata. Più complicata invece risulta la situazione dell’altro locale, al quale è stata contestata la violazione delle norme sulla sicura, prevenzione e antincendio.

 

Articoli correlati

Back to top button