Cronaca

Truffa ad anziani, il metodo del pacco sempre d’attualità

Nuove truffe ad anziani. Segnalazioni giungono da Albanella, Campagna ed Eboli. Il metodo è quello del pacco. In pratica, ignoti si spacciano per un familiare della vittima della truffa, annunciando che arriverà a casa un pacco e che per ritirarlo sarà necessario consegnare una somma di denaro.

Il finto corriere, dunque, ritira i soldi e consegna il falso ordine, in una scatola spesso vuota. Le forze dell’ordine raccomandano di non fidarsi di estranei in cerca di denaro.

Truffe agli anziani

L’invenzione del debito di un parente stretto da saldare in fretta o lo stratagemma dell’anello prezioso trovato per strada sono trucchi arcinoti. Nel mondo del raggiro tutto è falso. Ma quando di mezzo ci sono gli anziani, il falso si ammanta di tranquillizzante verosimiglianza.

morsi, falso avvocato, due truffe in poche ore

Tecnici dell’acqua o dell’Enel con tanto di cartellino in bella vista, affascinanti avvocati, poliziotti o carabinieri, finanzieri decisi, impiegati dell’Agenzia delle entrate ed eleganti rappresentanti di beni di lusso. Le motivazioni usate sono le più varie: acqua avvelenata dal mercurio, incidente stradale del figlio disabile con l’auto senza assicurazione, emergenza improvvisa della  nipotina nel Paese estero in cui sta facendo l’Erasums, amico del padre con cui fece la Seconda guerra mondiale.

Nel lungo elenco stilato dalla polizia i casi più frequenti sono quelli dei falsi rimborsi di bollette. Dietro un’apparente rassicurazione c’è anche il trucco dei falsi tecnici che vogliono installare un apparecchio per segnalare le fughe di gas che a breve, dicono alle vittime, «diventerà obbligatorio».

Oltre alla classica raccomandazione di non aprire la porta agli sconosciuti, il consiglio è di verificare sempre con una telefonata la reale identità di tecnici o di operai mandati dagli enti. Ma i suggerimenti riguardano anche gli impiegati di banca e di uffici postali: “Quando allo sportello si presenta un anziano facendo richiesta di prelevare una spropositata somma in contanti – raccomanda la polizia – perdete un minuto per parlargli e capire cosa sta accadendo”.

Articoli correlati

Back to top button