Cronaca

Vendita di iphone sui siti web: 34enne di Nocera a giudizio per truffa

Il 34enne Rocco Patrizio, originario di Nocera, è stato mandato a giudizio da due diverse procure con l’accusa di truffa aggravata. Il giovane, si trova attualmente sotto processo a Nocera – insieme ad altre due persone – dopo essere stato coinvolto in un’inchiesta che ha ricostruito ben 123 episodi di presunte truffe commesse attraverso il portale in rete «Dueamici.it», in provincia di Salerno.

Truffe sui siti, 34enne di Nocera a giudizio

Le nuove accuse vengono contestate dalla procura di Bergamo e da quella di Torre Annunziata nel medesimo periodo, dal 2017 al 2018. Con il nocerino, sono finiti a giudizio altri due ragazzi, siciliani, N.M. , 21enne (in uno dei due procedimenti la posizione è stata archiviata) e S.G. , di 23 anni. Nel primo caso, i tre rispondono di truffa in concorso. Sullo sfondo la vendita di due cellulari iphone. Il potenziale compratore, aveva pagato dopo aver consultato un’inserzione sul portale Dueamici.it. Un primo pagamento era di 299 euro, mentre 364 per il secondo.

La vittima sarebbe stata però ingannata, perché le fu comunicato che a causa di un «blocco» del sito, e al fine di non perdere quanto già versato, avrebbe dovuto pagare ulteriori 450 euro su di una postepay, intestata ad uno dei tre indagati. Poco prima, il compratore aveva ricevuto il numero di telefono di un’altra persona, come punto di riferimento. Secondo la procura, tutto questo serviva a garantire «la serietà dell’offerta», che tale non si rivelò. I pagamenti transitarono su di un conto corrente postale ed una postepay, ma i cellulari acquistati non furono mai spediti al compratore, originario di Meta di Sorrento. Anche nel secondo caso, fu una ragazza ad essere attirata dalla vendita di un i-Phone 8 plus, per il quale pagò prima 399 euro attraverso bonifico bancario e poi ulteriori 698 euro su di una postepay, intestata ad una seconda persona.

Articoli correlati

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto