Tuffi vietati a Salerno, scoppia il caso dei cartelli sul litorale

Il proprietario del porto "Marina d'Arechi" Agostino Gallozzi ha inviato una email al sindaco Vincenzo Napoli per risolvere l'anomalia

Tuffi vietati a Salerno, scoppia il caso dei cartelli sul litorale

Questi cartelli – riporta La Città – vengono intesi  da gran parte dei cittadini come dei divieti di balneazione per l’inquinamento dell’acqua. E la beffa ulteriore è che quel tratto di costa verso il porto Marina d’Arechi è stato al centro dei primi interventi del progetto di salvaguardia della costa e di ripascimento della spiaggia.

Ad interessarsi della questione è il consigliere comunale Donato Pessolano sta organizzando un tavolo tecnico con tutti i soggetti coinvolti. Intanto anche il proprietario del porto turistico Marina d’Arechi Agostino Gallozzi ha inviato una email al sindaco Vincenzo Napoli per sollecitare interventi che chiariscano tale anomalia.

TAG