Turris – Cavese, schiaffi al figlio del patron

TORRE DEL GRECO. Il derby tra Turris e Cavese non poteva concludersi peggio. L’arbitro Maranesi di Ciampino ha decretato il finale del match che riporta i metelliani a due punti dalla vetta. Negli spogliatoi scoppia la festa dei ragazzi di Longo per il 2-1, ma all’esterno dell’impianto corallino un episodio ha rovinato la splendida coreografia che […]

TORRE DEL GRECO. Il derby tra Turris e Cavese non poteva concludersi peggio. L’arbitro Maranesi di Ciampino ha decretato il finale del match che riporta i metelliani a due punti dalla vetta. Negli spogliatoi scoppia la festa dei ragazzi di Longo per il 2-1, ma all’esterno dell’impianto corallino un episodio ha rovinato la splendida coreografia che si era creata.

Difatti, come racconta il quotidiano La Città, mentre i dirigente della Cavese erano fuori dall’impianto per prendere le loro auto e far un buon rientro a Cava, il figlio del patron ha ricevuto uno schiaffo sul volto, da dietro, mentre parlava con alcuni tifosi della Turris.

I dirigenti, ma anche i giornalisti, erano stati posizionati alle spalle della porta, nei gradoni della “Curva Ferrovia”. Al “Liguori” si giocava senza tifosi ospiti, ormai al centro di una vera e propria querelle per la gestione

I tifosi della Turris presenti, in perenne contestazione della propria società hanno esposto uno striscione, rimpiangendo il clima di avvicinamento che era presente una volta nei derby con la Cavese.

La società corallina, non sarà comunque oggetto di decisioni della giustizia sportiva, benché il fatto è accaduto lontano dallo stadio. Fino a ieri sera, non era stata presentata denuncia, in quanto la Cavese è in silenzio stampa, nonostante sia a 2 punti dalla vetta.

 

TAG