Eventi e cultura

“Una mano alla cultura del Cilento”, il 25 e il 26 aprile ennesimo successo a Palinuro

PALINURO. “Una mano alla cultura del Cilento”, l’iniziativa, giunta alla sua 2ª edizione, organizzata dall’Associazione culturale “Capo Palinuro – P. Virgilio Marone”, continua a ricevere ampio consenso e a raggiungere grandi risultati.

L’ultimo grande successo, infatti, è stato quello del weekend appena trascorso, una due giorni in occasione della quale Palinuro si è trasformata in una piazza espositiva dei prodotti enogastronomici cilentani che saranno a breve presentati all’Expo di Milano.

Sia sabato 25 sia domenica 26 aprile si è registrata un’ingente affluenza di persone, desiderose di assaggiare le prelibatezze tipiche del Cilento, esposte nei numerosi stand allestiti per l’occasione nella cornice straordinaria dell’Antiquarium di Palinuro.
Come previsto, peraltro, non si è trattato solo di un momento enogastronomico/culinario, bensì di un’occasione per discutere, insieme alle autorità locali e alle istituzioni, di tematiche di grande attualità territoriale, come la viabilità, lo sviluppo turistico, gli ostacoli incontrati dagli olivicoltori locali nello smaltimento delle acque di vegetazione e tanto altro ancora.

Approvate all’unanimità, dopo un attento esame da parte delle istituzioni competenti, le proposte avanzate nei giorni che hanno preceduto la kermesse, fra cui la reintroduzione del treno Palinuro Express e il prolungamento della linea ad alta velocità sino a Sapri, che di fatto fanno ben sperare in un futuro migliore per tutto il Cilento.

Grande soddisfazione per gli straordinari risultati raggiunti ha espresso il direttore dell’intera manifestazione, Carlo Sacchi, che si è detto entusiasta sia per il ripristino del palinuro Express, sia per il prolungamento della linea ad alta velocità sino a Sapri, che servirà per condurre i turisti da Milano nel Cilento, nonostante la viabilità stradale disastrosa.

Alquanto soddisfatto è poi apparso il Presidente dell’Associazione Culturale “Capo Palinuro – P. Virgilio Marone”, il dott. Antonio Rinaldi, il quale ha ottenuto la messa in opera, con l’inizio dei lavori previsto per il mese di giugno, della statua di Virgilio nel porto di Palinuro, un sogno finalmente in fase di realizzazione e che diventerà un’icona per tutto il Cilento.
Buone notizie anche per i frantoiani presenti alla manifestazione, i quali sono riusciti a raggiungere un importante risultato, ossia la presentazione di un progetto innovativo per cercare una soluzione al problema relativo allo smaltimento delle acque di vegetazione. Nello specifico, l’impegno di stilare un simile progetto è stato assunto dal Consorzio Dop Cilento.

Gli oli esposti per l’occasione nei vari stand allestiti (Radano, Monzo, Matarasso, Cobellis, Sacchi, Trama, Notaroberto e Serra Marina) sono risultati tutti vincenti all’assaggio delle centinaia di persone giunte in loco per gustare i prodotti che rappresenteranno il Cilento all’esposizione universale di Milano.

Gran bella performance culinaria anche da parte degli agriturismi “San Carlo” e “Armo” di Pisciotta, che hanno fatto assaggiare formaggi, miele, salumi e marmellate, per la gioia di tutti i presenti.
Hanno preso parte alla kermesse anche le due fondazioni di alta cultura del Cilento: la Fondazione “Giambattista Vico” di Vatolla, presieduta dal prof. Vincenzo Pepe e la “Fondazione Alario per Elea-Velia”, presieduta dall’avv. Marcello D’Aiuto.
Presenti anche il “Consorzio Dop Cilento” e il “Consorzio Alici di Menaica”.

Si è trattato di due giornate all’insegna dell’unione e della sinergia e, grazie anche alla collaborazione di tutta l’amministrazione comunale di Palinuro, guidata dal sindaco Carmelo Stanziola, è stato possibile guardare al futuro con l’ottimismo di chi ancora crede nello sviluppo del Cilento, ottimismo che ha trovato le sue conferme nel successo dell’iniziativa.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button