Undertale: Sans lo scheletro

undertale-sans-scheletro

Molti eroi per avere la gloria lottano temibili avversari, salvano il mondo superano prove sovraumane; questo accade sia nei videogiochi sia nei film

Molti eroi per avere la gloria lottano temibili avversari, salvano il mondo superano prove sovraumane; questo accade sia nei videogiochi sia nei film, ma se ad avere un sacco di gloria, forse anche di più di alcuni supereroi fosse…un pigrone che non fa nulla dalla mattina alla sera? Ah e se non avete ancora capito a chi mi sto riferendo lo scoprirete fra molto poco…

Prima di svelarvi il mio personaggio vediamo insieme da quale universo viene; come dall’ immagine capiamo quindi che viene dal mondo di undertale che è uno dei videogiochi più famosi al mondo, uscito nel 2015 ma da me scoperto solo nel recente 2019.

In poche parole Undertale è un gioco RPG con una grafica molto demodé su qui è stato molto giudicato, perfino da me! Però questo è un chiaro esempio del detto “non giudicare un libro dalla copertina” dato che non solo ci imbatteremo in folli avventure ma ci immergeremo in una storia davvero INCREDIBILE dove la più piccola delle scelte porterà alle più grandi conseguenze e non solo al gioco e alla storia ma anche a noi facendoci riflettere <<Siamo noi i veri antagonisti?>> Dato che avremo la possibilità di uccidere o risparmiare, dopotutto chi l’ha detto che i mostri devono essere per forza cattivi?.

 

Comunque spiegato il gioco vi ricordate che all’ inizio vi avevo parlato di un personaggio misterioso? Ecco, il suo nome è Sans, Sans lo scheletro.

Incontreremo Sans appena usciti dalle rovine (il primo dungeon) che ci farà alcuni scherzetti come quello del “cuscino sparapuzzette” rompendo perfino la quarta parete rivolgendosi direttamente al giocatore; poi ci presenterà suo fratello Papyrus il “nemico”

più facile del gioco con cui diventare amico o eliminare perché con lui non perderemo mai e anche uccidendolo lui crederà in noi.

Comunque ho scelto proprio Sans perché non è uno di quei personaggi che dice frasi eroiche o cose del genere, anzi lui in tutto il gioco ci chiederà solo di “giocare” con suo fratello e quindi capiamo subito che è mooolto pigro proprio come me, ma se si tenterà di fare un genocidio metterà da parte quasi tutta la pigrizia diventando super iper determinato ad ucciderci così tante volte da farci resettare il gioco, dato che è cosciente che il suo mondo è letteralmente nostro; questo è un altro tratto che credo mi rappresenti molto dato che sono un pigrone ma quando bisogna mettersi in gioco spruzzo DETERMINAZIONE da tutti i pori.

Che dire, vi ho spiegato l’essenziale di quello che c’è da sapere su undertale, e vi ho detto che mi sento quasi un “Sans in miniatura” ed ora? Bhe, non vi resta che giocare al gioco, oppure informarvi di più su questo capolavoro, ma mi raccomando godetevi la storia e come direbbe sans <<non riducetevi all’ osso>> capita!?

 

Daniel

 


Scuola: Istituto Comprensivo Autonomia 82 – Scuola Secondaria di I Grado
Città: Baronissi
Classe: 2° A
Professoressa: Katia Adinolfi