Cronaca

Unisa, protesta nazionale: ecco chi aderisce allo sciopero

FISCIANO. Studenti e docenti uniti nella protesta, questo è quanto viene fuori dal Campus di Lancusi, dove braccia e menti di tanti professori sono incrociate in questo concitato periodo.

Stando a quanto racconta il portale “MN24”, sono 86 i nomi di coloro che hanno aderito allo scipero: Luca Parente, Francesco Paolo Adorno, Edoardo Scarpetta, Raffaele Iannone, Sabato Aliberti, Riccardo Di Stasi, Irene Theiner, Leonardo Pace, Claudio Pellecchia, Antonio Scaglione, Francesco Antonio Salzano, Valentina Ripa, Sergio De Stefanis, Alfredo Lambiase, Paolo Tartaglia Polcini, Nicola Antonio Lombardi, Mario Felice Tecca, Maria Teresa Martin Sanchez, Palma Parascandolo, Raffaella Zaccaria, Agnese Silvestri, Valerio Bozza, Salvatore Farace, Salvatore Vaccaro, Francesco Schiaffo, Chairmane Lee, Giovanna Ferrari, Luciano Di Maio, Pio Iannelli, Salvatore La Torre, Francesco Vitale, Andrea Peluso, Michele Miccio, Mario Annunziato, Federico Piscione, Marcella Anselmo, Tiziano Virgili, Angelina Principe, Antonina Plutino, Francesco D’Agostino, Guido Iaccarino, Paolo Capuano, Alfonso Romano, Maria Voghera, Francesca Romana D’Ambrosio, Giovanni Bisogni, Bruno Palazzo, Adolfo Avella, Angelo Marcelli, Flaminio Ferrara, Claudio Gennarelli, Giovanni Vigliotta, Vincenzo Esposito, Loris Lonardo, Gaetano Vilasi, Rocco Guerriero, Francesco Ghiadini, Antonella Piazza, Anna Alfani, Mauro Menicucci, Valeria Giordano, Salvatore Miranda, Vincenzo Tibullo, Fabiana Rosi, Michele Ciarletta, Francesca Passarella, Vittorio Raffaele Antonio Romano, Elizabeth Illingworth, Ileana Rabuffo, Maria Rossella Nobile, Massimo Blasone, Carmine Attanasio, Gaspare Dalia, Nicola Cappetti, Gennaro Cuccurullo, Renata Savy, Anna Maria Menichini, Patrizia Lamberti, Claudio Iacobini, Adele Tepedino, Marco Russo, Marcello D’Amato, Vincenzo Tucci, Pierluigi Ritrovato, Milena Sibillo.

Antonio Bassano

Giornalista pubblicista dal 2017, ma anche eterno appassionato di lotta, pittura, street photography e del mondo otaku. Cresciuto giornalisticamente grazie al quotidiano L'Occhio di Francesco Piccolo, Antonio Bassano ha un approccio alla professione letterario semplice e spontaneo, nonché orientato a mettere a nudo la notizia senza commistioni o forzature.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button