Curiosità

Uomo di spicco della Cia e del Pentagono era di origini salernitane

Frank Charles Carlucci III meglio conosciuto come Frank Carlucci era di origini salernitane, fu vice segretario alla difesa degli stati Uniti e vice direttore della CIA.

Il nonno Francesco Carlucci era di Santomenna partì per gli Stati Uniti d’America all’età di 20 anni. Lasciò nel paese campano il padre Carlo Carlucci e Grazia Napoliello, lasciò la casa una sicurezza per cercare un futuro migliore. Era la fine del 1800 e il mondo stava cambiando, le Americhe era la terra promessa che offriva molto agli italiani, che si sa per natura e istinto sanno essere molto audaci e spesso hanno saputo rendere grande il nome.

Francesco Carlucci arrivò in Pennsylvania, non impiegò molto ad affermarsi nella comunità di  Scranton. Era un operaio di pietra molto abile, e insieme ai fratelli aprirono un’attività che si occupava di estrazione e lavorazione della pietra. costruirono molte massicce strutture e monumenti in pietra, come Ellis Island Landing Station al porto di New York. Francesco era un maestro operaio di pietra e un membro dei Massoni, con la distinzione di essere il “sublime principe del segreto reale“, che è il più alto onore in muratura.

Il 18 ottobre 1930 nasce a Scranton, Pennsylvania il nipote Frank Charles Carlucci III figlio di Roxanne Bacon e Francesco Charles “Frank” Carlucci II.
Laureato all’università di Princeton nel 1952, consegue il master alla Harvard Business School. Diventa ufficiale di Marina, tra il 1956 e il 1969 lavora per il Dipartimento di Stato. Era stato compagno di classe con Donald Rumsfeld e questo lo portò a ricoprire ruoli molto importanti nella politica americana. Dal 1969 al 1974, Carlucci fu inviato a Washington in varie amministrazioni. Prima presso l’Ufficio delle opportunità economiche della Casa Bianca (OPO). Viene poi nominato vicedirettore dell’Ufficio del personale e del bilancio (OMB) nell’amministrazione Nixo.


Presidente Reagan con Frank Carlucci

Nel 1973 lavora sotto l’autorità di Caspar Weinberger al Dipartimento di Educazione e Benessere della salute.

Dal  1974 al 1977 divenne ambasciatore del Portogallo. Molto preoccupati per la”Rivoluzione dei Garofani” e con il generale Vernon Walters che mette in evidenza l’incapacità dell’ambasciatore statunitense a Lisbona di opporsi, ancora una volta l’amico di Carlucci, Donald Rumsfeld che era diventato il capo dello staff del presidente Gerald Ford, convinse Kissinger a scegliere Frank Carlucci per rilevare la situazione e nominarlo nuovo ambasciatore a Lisbona.

La grande svolta

Nel 1978 fu nominato vice direttore della CIA dal presidente Jimmy Carter e posto sotto l’autorità dell’ammiraglio Stanfield Turner. La loro missione è ripulire le pratiche dell’Agenzia. Ha anche supervisionato la questione delle Brigate Rosse in Italia e l’uccisione di Aldo Moro favorevole a una partecipazione dei comunisti al governo.



Nel 1981, il presidente Ronald Reagan nomina Caspar Weinberger segretario alla Difesa. Weinberger chiama al suo fianco Frank Carlucci, non fra poche polemiche dei repubblicani che non vedono di buon occhio Carlucci visto che era nell’amministrazione democratica di Carter.

Insieme, si impegnano a sviluppare i budget del Pentagono e a semplificare gli acquisti. Carlucci è affiancato da un brillante assistente militare, Colin L. Powell ( che dal 2001 al 2005 sarà segretario di Stato degli Stati Uniti con il presidente George W. Bush)

Nel 1986 sostituisce il dimissionario Caspar Weinberger come Segretario della Difesa. Resta in carica per 14 mesi fino alla fine del mandato di Reagan.


James Baker, William Webster e Frank Carlucci | 16 Marzo 1987

Lascia la politica e dal 1992 al 2003 ha diretto la società di investimenti Carlyle. Tra le altre varie attività intraprese si segnala la partecipazione alla RAND Corporation. È stato inoltre membro del Comitato d’onore della Drug Policy Alliance, un’associazione che sostiene la legalizzazione delle droghe.



Frank Carlucci è stato un repubblicano in cerca di risoluzione dei problemi che ha lavorato per quattro presidenti in una vasta carriera del governo che ha raggiunto il suo apice quando è stato consigliere e segretario alla difesa nazionale nel secondo mandato del presidente Ronald Reagan” da un articolo del NYTime che annuncia la morte di Frank Carlucci avvenuta a  McLean , il 3 Giugno 2018.

Articoli correlati

Back to top button