Capaccio Paestum, i volontari dell’Enpa salvano un’upupa in difficoltà

upupa-capaccio-paestum

I volontari dell'Enpa hanno salvato un'upupa in difficoltà. Il volatile era a terra e non riusciva a volare, probabilmente per un problema all'ala

I volontari dell’Enpa di Salerno hanno salvato un‘upupa in difficoltà. Il volatile era a terra e non riusciva a volare, molto probabilmente per un problema all’ala. L’upupa è stata trasferita presso il Cras di Napoli.

Upupa salvata dai volontari a Capaccio Paestum

Un’upupa in difficoltà è stata salvata ieri dai volontari dell’Enpa di Salerno. La segnalazione alle guardie zoofile di Salerno ha permesso di salvargli la vita. L’upupa è stata trasferita presso il Cras di Napoli dove riceverà le cure necessarie per permettere poi di essere rimessa in libertà.

Le caratteristiche

L’upupa è uno degli uccelli più appariscenti diffusi alle nostre latitudini: la colorazione molto accesa, rosso-arancio con ali e coda a bande bianche e nere, il lungo becco leggermente ricurvo e la cresta erettile sulla testa risultano inconfondibili fra gli uccelli nostrani, sebbene risulti abbastanza difficile avvistare un’upupa in virtù delle sue abitudini schive e della sua predilezione per le aree rurali e scarsamente antropizzate.

Esso è un uccello amante degli spazi aperti e dei climi miti: pur occupando un areale estremamente vasto (che comprende gran parte di Europa, Asia ed Africa), tende a migrare verso siti più caldi solo nelle aree temperate, mentre in quelle tropicali e subtropicali risulta stanziale.

Quando si trovano volatili in difficoltà non sempre è necessario prelevarli. “Sottolineando l’importanza di non prelevare uccelli che hanno abbandonato il nido autonomamente, vi invitiamo a raccogliere solo giovani o adulti in difficoltà o con presenza di gatti o auto vicino al luogo di ritrovo. Solo Rondoni e Pipistrelli vanno sempre presi”. Questo il consiglio dei volontari dell’Enpa Salerno.

TAG