Cronaca

Vaccini in Costiera Amalfitana, da lunedì somministrazioni Johnson&Johnson | Le informazioni utili

Al via da lunedì 31 maggio a Praiano la prima campagna vaccinale rivolta a tutti gli operatori del turismo locali. L'iniziativa

Al via da lunedì 31 maggio a Praiano la prima campagna vaccinale rivolta a tutti gli operatori del turismo locali. L’iniziativa è stata  resa possibile grazie alla collaborazione tra Confindustria Salerno, l’associazione Distretto turistico Costa d’Amalfi, Regione Campania, l’Asl di Salerno e la conferenza dei sindaci.

Vaccini in Costiera Amalfitana, da lunedì somministrazioni Johnson&Johnson

L’associazione Distretto turistico Costa d’Amalfi ha messo a disposizione il centro culturale Pane di Praiano per ospitare l’hub Internazionale vaccinale dove verranno somministrate le dosi Johnson&Johnson fornite dall’Asl di Salerno.

Come funziona il vaccino anti Covid Johnson&Johnson

Una volta somministrato con la vaccinazione, l’adenovirus modificato penetra nel nucleo delle cellule dove fornisce il codice genetico per produrre la proteina Spike di SARS-CoV-2. Le cellule T del sistema immunitario riconoscono lo stimolo della proteina Spike e attivano la risposta immunitaria e la produzione di anticorpi specifici contro il virus.

Con la vaccinazione vengono inoltre prodotte cellule dotate di memoria difensiva contro la proteina Spike: se il vaccinato in futuro dovesse entrare in contatto con il virus, il suo sistema immunitario ne avrà memoria, lo riconoscerà e si attiverà per combatterlo, impedendo alle proteine Spike l’ingresso all’interno delle cellule.

Con il vaccino si introduce nelle cellule dell’organismo solo l’informazione genetica necessaria per costruire copie della proteina Spike. L’adenovirus è stato reso incapace di replicarsi e dunque non può diffondersi nell’organismo dei vaccinati.  Dopo la somministrazione l’informazione genetica viene degradata ed eliminata.

A differenza degli altri tre vaccini al momento disponibili (Pfizer-BioNTech, Moderna e Vaxzevria/AstraZeneca), il vaccino Janssen viene somministrato in una sola iniezione, nel muscolo della parte superiore del braccio.

Come funziona il vaccino di AstraZeneca

Il vaccino “Vaxzevria” di AstraZeneca serve prevenire la malattia COVID-19. È un vaccino a vettore virale: utilizza un adenovirus innocuo (che non può provocare nessuna malattia nell’uomo) che contiene nel suo interno le istruzioni genetiche per la costruzione della proteina spike. Una volta iniettato, il vaccino fa produrre la proteina spike dalle nostre cellule e stimola così la produzione di anticorpi. Ma a differenza dei vaccini Pfizer-BioNTech e Moderna, che portano le istruzioni in un filamento singolo di RNA, il vaccino di Oxford utilizza un doppio filamento di DNA.


Articoli correlati

Back to top button