Cronaca

Valanga sul Gran Sasso, Stefano Feniello è vivo, ma ancora sotto la valanga – AGGIORNAMENTO e VIDEO

PESCARA. I nomi del salernitano Stefano Feniello e della sua fidanzata Francesca Bronzi figurano tra quelli dei cinque sopravvissuti diffusi dalla Protezione Civile ieri sera, poco prima della mezzanotte, su indicazione del Prefetto di Pescara, Francesco Provolo, dopo la comunicazione ai familiari, in lacrime per la gioia.

Tuttavia, non c’è ancora nessuna notizia sul recupero di Stefano. Il padre Alessio Feniello, nel non vederlo ancora arrivare in ospedale, ha urlato disperato: «Stefano, Stefano».

Il genitore è giunto sul posto il giorno dopo la tragedia insieme al papà di Francesca, Gaetano Bronzi.

Con loro, sotto le macerie dell’hotel Rigopiano, vi erano anche Vincenzo Forti, Giorgia Galassi e Giampaolo Matrone, dati per superstiti della valanga che ha seppellito il resort di lusso.

I soccorsi

I soccorritori, a lavoro in maniera incessante per tutta la notte, hanno estratto Francesca intorno alle ore 5:30 di questa mattina: la ragazza è stata subito trasportata all’ospedale di Pescara, dov’è stato allestito un reparto speciale per il ricovero dei superstiti del dramma sul Gran Sasso.

Stefano è intrappolato

Stefano, invece, è stato localizzato ma è ancora intrappolato sotto la valanga e non si hanno ancora notizie, con le operazioni di estrazione che proseguono con estrema cautela al fine di evitare crolli nella struttura.

L’attesa di amici e familiari

Intanto, prosegue l’attesa a Valva, così come tutta la provincia di Salerno, dopo aver vissuto oltre due giorni di ansia ed angoscia per le sorti del giovane concittadino, residente da anni in Abruzzo con la famiglia. Sale invece, il bilancio generale delle vittime: cinque, purtroppo, quelle accertate finora.

Il video

Ecco lo sfogo del padre di Stefano, Alessio Feniello. Il video è stato girato dal quotidiano Il Centro.

 

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio