Cronaca

Vallo della Lucania, muore dopo un intervento di riduzione dello stomaco: reperti spariti

Muore dopo un intervento. Spariti i reperti istologici che sarebbero finiti addirittura nelle mani di uno degli imputati

Scompaiono i reperti istologici che sarebbero finiti addirittura nelle mani di uno degli imputati. È quanto accaduto nel procedimento penale contro Luigi Cobellis, titolare dell’omonima clinica, lo specialista Luigi Angrisani di Napoli, e i medici Giovanni Novi di Ascea e Rocco Cimino di Teggiano, accusati, a vario titolo, di concorso in omicidio colposo per la morte di Michele Alfano. Il 40enne di Capaccio morì dopo un intervento di riduzione dello stomaco.

Muore in clinica dopo un intervento: spariscono i reperti

L’episodio anomalo, emerso durante le operazioni peritali affidate al medico legale Carmela Giordano e al professore Pasquale Ricci, è stato denunciato dai legali di parte civile, che rappresentano la moglie e i figli della vittima.

Fonte: Il Mattino

Articoli correlati

Back to top button