Cronaca

Assegni falsi intestati al Comune, nei guai imprenditrice salernitana

Imprenditrice del Vallo di Diano nei guai per un assegno falso: è accusata di truffa e tentata truffa ai danni di un ente pubblico

Una imprenditrice del Vallo di Diano nei guai per un assegno falso intestato al Comune di Gaeta. La donna, di 50 anni, è stata rintracciata dalla Guardia di Finanza Castel Volturno ed ora si trova agli arresti domiciliari. È accusata di truffa e tentata truffa ai danni di un ente pubblico e autoriciclaggio.

Vallo di Diano, imprenditrice nei guai per un assegno falso

I militari delle fiamme gialle hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip presso il Tribunale di Potenza, a conclusione di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica del capoluogo lucano. Fra il 2019 e il 2020 la donna aveva posto all’incasso in una banca di Brienza (Potenza) cinque assegni intestati al Comune di Gaeta (Latina), per un valore complessivo di 240 mila euro.

La scoperta

Il primo degli assegni – per 50 mila euro – era stato “abilmente falsificato” ma aveva superato “un primo vaglio dell’istituto di credito”, che aveva accreditato la somma. La Guardia di Finanza, poi, aveva accertato che i soldi venivano utilizzati dalla donna nella sua attività imprenditoriale.

Articoli correlati

Back to top button