Cronaca

Vallo di Diano, si stringe la forbice dei costi delle abitazioni

Sono circa 30 gli euro aumentati rispetto al 2015, aumenta così la forbice del costo rispetto ai minimi e massimi legati al metro quadro delle abitazioni civili, nella specifica dei comuni del valdianese. È questo ciò che emerge dai dati relativi alle rivelazioni dei costi sugli immobili ad uso residenziale pubblicati dall’Osservatorio Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate per la provincia salernitana.

Sono questi, inoltre, i comuni dove sono stati registrati i costi più alti rispetto al 2015: Sala Consilina, con i prezzi che variano da un minimo di 570 a un massimo di 1100 euro al mq, Polla con una differenza che varia tra i 580 e i 970 euro e Pertosa dove i costi oscillano tra i 630 ai 910 euro.

Oltretutto, questi sono i prezzi rilevati negli altri comuni per le abitazioni civili: Atena Lucana (690 – 840), Auletta (560 – 720), Buonabitacolo (690 – 840), Caggiano (630 – 910), Casalbuono (560 – 720), Monte San Giacomo (560 – 720), Montesano sulla Marcellana (690 – 840), Padula (690 – 840), Salvitelle (560 – 720), San Pietro al Tanagro (690 – 840), San Rufo (690 – 840), Sant’Arsenio (690 – 840), Sanza (560 – 720), Sassano (560 – 720), Teggiano (690 – 840).

fonte: ondanews

Antonio Bassano

Giornalista pubblicista dal 2017, ma anche eterno appassionato di lotta, pittura, street photography e del mondo otaku. Cresciuto giornalisticamente grazie al quotidiano L'Occhio di Francesco Piccolo, Antonio Bassano ha un approccio alla professione letterario semplice e spontaneo, nonché orientato a mettere a nudo la notizia senza commistioni o forzature.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button