Vallo della Lucania, minacce di morte a Ogliaruso: sospetti sul bando al Piano di Zona

mario-ogliaruso

I carabinieri di Vallo della Lucania indagano sulle minacce di morte a Ogliaruso: si sospetta un collegamento con il bando del Piano di Zona S8

I carabinieri di Vallo della Lucania indagano sulle minacce di morte a Mario Ogliastro: si sospetta che tutto possa essere collegato al bando del Piano di Zona S8.

Il bando del Piano di Zona S8 potrebbe essere la causa delle minacce

Avviate le indagini sul caso che ha visto Mario Ogliaruso, vice segretario del Comune di Vallo della Lucania e responsabile del Piano di Zona S8, vittima di minacce di morte al telefono.

Le prime indagini escluderebbero una relazione con la vita privata di Ogliaruso. Lo stesso vice segretario è convinto che la telefonata sia scattata in merito al nuovo bando del Piano di Zona S8: «Non può essere una coincidenza – dichiara lo stesso Ogliaruso – ho ricevuto la telefonata a pochi giorni dalla pubblicazione dei bandi per l’espletamento di 30 concorsi per altrettante figure da inserire nell’organico del Piano».

“Ti puoi considerare un uomo morto”: sono state queste le parole pronunciate da una voce maschile dall’altra parte del telefono, il cui numero è conosciuto da poche persone in città. Proprio per questo motivo, i carabinieri hanno avviato le indagini per studiare i tabulati telefonici di Ogliaruso e cercare di capire da dove sia partita la telefonata minatoria.

Il tutto è successo ieri mattina, a Vallo della Lucania. Dopo la denuncia sporta presso la locale stazione dei militari, Ogliaruso non ha potuto fare a meno di manifestare le proprie preoccupazioni. Tra l’altro, non è la prima volta che il responsabile del Piano di Zona S8 si ritrovi in situazioni simili: anche due anni fa finì in ospedale dopo essere stato picchiato negli uffici comunali da un cittadino arrabbiato perché voleva ad ogni costo l’assegnazione di un alloggio popolare. Il giovane poi denunciato fece irruzione a palazzo di città e si scagliò contro Ogliaruso ed altri dipendenti comunali.

TAG