Politica

Ventinove Comuni del Cilento interno si associano

ROCCADASPIDE. È nata l’Associazione delle valli del Cilento interno. Firmato il protocollo d’intesa fra ben 29 Comuni dell’area interna del Cilento.

L’Associazione promuoverà una gestione associata delle funzioni comunali e vi hanno aderito i Comuni di Roccadaspide (Comune capofila), Aquara, Bellosguardo, Campora, Cannalonga, Castel San Lorenzo, Castelcivita, Castelnuovo Cilento, Ceraso, Controne, Corleto Monforte, Felitto, Gioi Cilento, Laurino, Magliano Vetere, Moio della Civitella, Monteforte Cilento, Novi Velia, Orria, Ottati,  Perito, Piaggine, Roscigno, Sacco, Salento, Sant’Angelo a Fasanella, Stio, Valle dell’Angelo, Vallo della Lucania.

A cosa serve l’Associazione delle valli del Cilento interno?

“La gestione associata – spiega il sindaco di Roccadaspide Girolamo Auricchio –  ha l’obiettivo di realizzare una maggiore capacità di progettazione e attuazione di un’azione collettiva di sviluppo locale”.

L’associazione ha lo scopo di rappresentare unitariamente l’area–progetto nei confronti della Regione e del Comitato nazionale per le aree interne, di promuovere l’elaborazione di una Strategia d’Area, di rafforzare i metodi e l’efficacia della concertazione territoriale, mirando ad un più ampio coinvolgimento di tutti i partner locali; di adeguare l’azione e l’organizzazione amministrativa dei Comuni, favorendo al contempo il raggiungimento di più avanzati standard di funzionalità.

I 29 Comuni agiranno quindi di comune accordo negli ambiti dell’istruzione, della sanità, dei trasporti, delle infrastrutture digitali, del ciclo integrato dei rifiuti.

Come funzionerà l’Associazione?

Gli organi interni dell’Associazione delle valli del Cilento interno sono il presidente, il comitato di coordinamento, composto da otto membri compreso il presidente, che saranno eletti dalla Conferenza dei sindaci: due di loro dovranno rappresentare obbligatoriamente Roccadaspide e Vallo della Lucania, mentre gli altri saranno designati e scelti tra i raggruppamenti (associazioni o unioni di comuni).

La durata del protocollo d’intesa è di 15 anni.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button