Cronaca

Videopoker truccati e padri di famiglia sul lastrico, blitz dei carabinieri a Campagna

CAMPAGNA. Videopoker truccati e padri di famiglia ridotti sul lastrico, blitz dei carabinieri al Quadrivio di Campagna. Secondo quanto riporta La Città l’operazione è scattata dopo che i militari hanno ricevuto numerose segnalazioni da parte di giocatori incalliti andati in rovina a causa delle “macchinette”.

I macchinari sono stati sequestrati insieme alla somma di circa 1.500 euro, denunciate anche due donne. Una truffa che aveva preso la forma di una vera e propria piaga sociale, con cittadini preoccupati dalle ripercussioni che queste macchinette d’azzardo potessero avere sulle famiglie.

Gli ispettori sono entrati nell’attività mercoledì, con una scorta di carabinieri della locale stazione. Dopo una rapida ispezione è stato confermato che i videopoker in questione erano stati effettivamente modificati, infatti erano privi del collegamento telematico alla rete di controllo del Monopolio.

Le giocate erano state modificate, le vincite non erano aleatorie, tutto a sfavore degli scommettitori incalliti che hanno perso chissà quali somme di denaro.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button