Vietri, hotel Baia: Soglia denuncia Martinelli, indaga l'Antimafia

VIETRI SUL MARE. Lo spettro della compravendita mafiosa aleggia attorno alla cessione dell’hotel Baia (sei anni fa passato dalla famiglia Soglia a quella dei Marinelli). È stata dunque esposta una denuncia da parte di Francesco Soglia (accusato di calunnia e truffa) accusa Carmine Martinelli di estorsione. Al termine di questi anni, le indagini non hanno […]

VIETRI SUL MARE. Lo spettro della compravendita mafiosa aleggia attorno alla cessione dell’hotel Baia (sei anni fa passato dalla famiglia Soglia a quella dei Marinelli). È stata dunque esposta una denuncia da parte di Francesco Soglia (accusato di calunnia e truffa) accusa Carmine Martinelli di estorsione. Al termine di questi anni, le indagini non hanno trovato alcun riscontro sull’ipotesi estorsiva, nonostante le dichiarazioni dell’imprenditore di Castel San Giorgio, che ha affermato di aver subito minacce per vendere la struttura alberghiera a prezzo stracciato.

Secondo Soglia, l’hotel vietrese, doveva essere venduto a 26 milioni di euro, tuttavia gli acquirenti sarebbero riusciti ad acquistarlo per ben 6 milioni in meno grazie ad alcune pressioni. «Sono stato minacciato da persone che dicevano di essere state mandate da loro» ha spiegato l’albergatore agli inquirenti. Affermazioni dure che hanno generato la querela di Marinelli che, tramite l’avvocato Raffaele Tecce, ha depositato la denuncia.

La Dda indaga in entrambe le posizioni e al momento si è imbattuta in una fattura di 350mila euro incassata da Soglia quando la gestione dell’hotel a cinque stelle era già nelle mani di Marinelli. Pare che l’ex gestore si sia arrampicato sugli specchi al fine di giustificare l’episodio come una reazione alla presunta estorsione subita.

(Fonte: La Città)

TAG