Curiosità

Villa Mafalda, i sintomi e le moderne cure della reumatologia

Il territorio campano ha recentemente ospitato diversi eventi dedicati alla reumatologia, una disciplina medica importantissima vista la grande incidenza sui cittadini italiani. Secondo i dati pubblicati in occasione del progetto #ReumaDays, una serie di iniziative pensate per sensibilizzare l’opinione pubblica riguardo a queste problematiche, osteoporosi, artrite e artrosi colpiscono circa un italiano su dieci.

La grande attenzione dell’accademia e della comunità scientifica della Campania verso questa branca medica è ben motivata: le ultime rilevazioni indicano che ben il 10% dei pazienti italiani che soffrono di patologie reumatiche è residente in Campania. Secondo i commenti e le recensioni degli esperti del settore, si tratta di malattie che, al contrario delle credenze più diffuse, si manifestano in soggetti di tutte le età, e che dunque necessitano di particolare prevenzione. Un’opinione condivisa da molte delle cliniche specializzate che operano nel settore e di Villa Mafalda a Roma, centro polispecialistico che nel suo sito ha dedicato ampio spazio alla divulgazione per quanto riguarda le patologie più comuni della reumatologia.

 

Clinica Villa Mafalda recensioni sulle diverse tipologie di reumatismi

 

Secondo la clinica romana, le malattie reumatiche comprendono un vasto spettro di patologie, spesso anche molto diverse tra loro. Ad accomunarle è la natura dei sintomi: principalmente disturbi motori, dovuti dal deterioramento dei tessuti connettivi. Secondo la casa di cura Villa Mafalda le categorie principali sono:

  • Reumatismi infiammatori. A questa categoria appartiene l’artrite. L’origine dei reumatismi infiammatori è da ricercarsi nella disfunzione del sistema immunitario. Le cellule reagiscono a uno stimolo esterno attaccando i tessuti delle articolazioni, causando pesanti infiammazioni.
  • Reumatismi degenerativi. A questa categoria appartiene invece l’artrosi. Le patologie di questo tipo degenerano nel tempo causando malformazioni alla cartilagine e ai tessuti. L’impatto della malattia peggiora nel tempo, arrivando a influire in maniera importante sulla qualità della vita del paziente.

 

In ogni caso, si tratta di malattie che è meglio diagnosticare per tempo, in modo da arginarne e limitarne i danni. Secondo le recensioni di VillaMafalda, infatti, la malattia può evolvere fino a coinvolgere non solo l’apparato scheletrico e muscolare, ma anche gli organi più diversi, dai polmoni, fino al cuore. Persino la vista può risentire di queste patologie, come indica anche AktiVision, divisione oculistica della clinica Villa Mafalda. AktiVision (qui il sito web) commenta nelle sue recensioni come non sia raro che casi di congiuntivite, o di sindrome di Sjogren (chiamata anche ‘dell’occhio secco’), siano causati proprio dall’artrite. Tra i sintomi più comuni che colpiscono le ossa e i muscoli compaiono invece i classici dolori alle articolazioni, spesso accompagnati da rossore nell’area infiammata.

 

L’opinione di Villa Mafalda sulle soluzioni per i reumatismi

 

La ricerca sta ancora lavorando per trovare soluzioni efficaci per trattare questo genere di patologie. Nei casi più impegnativi si può procedere per via chirurgica in modo da sopperire all’erosione delle ossa con protesi artificiali realizzate per adattarsi al meglio alla conformazione e alle esigenze particolare del singolo malato. La sanità campana ha saputo raggiungere risultati importanti in questo campo, con le ultime recensioni che parlano di interventi di successo, capaci di restituire la mobilità ai pazienti. Villa Mafalda indica comunque l’importanza di reagire alla malattia quanto più velocemente possibile, in quanto la fase di evoluzione della patologia influisce parecchio sulle terapie da seguire. Se diagnosticata per tempo, infatti, la malattia può essere arrestata con la somministrazione di antidolorifici e i cosiddetti ‘farmaci di fondo’ che aiutano a bloccare l’evoluzione dell’infiammazione.

L’ingegneria molecolare sta inoltre dotando la sanità di farmaci sempre più incisivi, che vanno però utilizzati con coscienza, vista la complessità del follow-up per il paziente. La strada per arrivare a una terapia completa e che possa curare definitivamente questo genere di problematiche è ancora lunga. Ben vengano quindi le iniziative degli specialisti campani, e le attività di divulgazione di cliniche e ospedali, che possono risultare molto importanti per aiutare i cittadini a capire quando è opportuno rivolgersi al medico e quali sono i segnali che potrebbero indicare la presenza di patologie reumatiche da affrontare con tempestività.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button