Vincenzo De Luca, il successo del M5S deriva da «forze oscure» e camorra

Vincenzo De Luca presidente della Regione Campania, dichiara di essere convinto che in Campania il successo del Movimento Cinque Stelle sia collegato a «forze oscure» e al ruolo della camorra in alcuni territori

Vincenzo De Luca presidente della Regione Campania, dichiara di essere convinto che in Campania il successo del Movimento Cinque Stelle sia collegato a «forze oscure» e al ruolo della camorra in alcuni territori.

Come riporta La Stampa, in un incontro a porte chiuse della direzione del Pd della Campania, nella giornata di ieri, 20 marzo 2018, il presidente De Luca ha parlato del successo del Movimento Cinque Stelle.

Le dichiarazioni del presidente De Luca

Ha detto De Luca: «Non abbiamo ancora valutato a pieno quello che si è scatenato in questa campagna elettorale, le forze oscure che si sono messe in movimento (…), capiremo fra qualche settimana le operazioni pilotate, e da chi, in maniera consapevole. Negli anni passati, quando leggevamo il voto della Terra dei fuochi e vedevamo risultati nell’ordine del 50%, pensavamo all’inquinamento camorristico.

Quando c’era l’onda del centrodestra (…) Cesaro… i rapporti, la camorra, c’è stata qualche iniziativa giudiziaria che ha dimostrato che c’erano i collegamenti. Se noi andiamo a leggere oggi il voto Cinque stelle in alcuni territori abbiamo la sovrapposizione moltiplicata del voto del centrodestra (…). Capisco che in una stagione politica favorevole tu vai al 30, al 50%, ma il 70% non è un dato fisiologico».

Il commento dei voti delle circoscrizioni Campania

Nella circoscrizione Campania 1, alla Camera, il Movimento 5 Stelle ha preso il 54,13% dei voti, in quella Campania 2 il 44,53%. Nell’audio De Luca dice – erroneamente – che a Casal di Principe il Movimento 5 Stelle avrebbe preso il 68%, in realtà nel Comune il M5S ha preso il 52,54%, in ogni caso circa 20 punti in più della media nazionale.

TAG