Cronaca

Minacce, violenza privata e soldi prelevati da conto corrente legato al clan Mazzarella: 7 indagati | I NOMI

Violenza e minaccia, sette indagati legati al clan Mazzarella di Napoli. Due i fatti al centro delle accuse, il primo risale al maggio 2015

In sette a processo con le accuse di violenza privata minaccia aggravata, il tutto legato al clan Mazzarella di Napoli. In particolar modo – i sette imputati – avrebbero costretto la vittima a restituire soldi prelevati da un conto corrente, legato ad una società riconducibile al clan Mazzarella di Napoli come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Violenza e minaccia, sette indagati legati al clan Mazzarella di Napoli

Sono due i fatti al centro delle accuse. Il primo risale al maggio 2015 quando a Nocera Andrea Esposito Ferraioli avrebbe minacciato un 36enne che a sua insaputa aveva prelevato 2mila euro da un conto corrente. In particolar modo, l’imputato avrebbe minacciato di “sotterrarlo”. Gli altri imputati sono Giuseppe Cicalese, Gianluca Puopolo, Antonio Serio, Vincenzo Salzano, Oleh Malaniy e Andrea Mirra.

Articoli correlati

Back to top button