Cronaca

Visite gratuite e farmaci rubati tra Sarno e Scafati: a processo in 9

Sottraevano farmaci negli ospedali, prenotavano visite gratuite per amici e parenti senza pagare il ticket.

A processo nove persone dopo il rinvio a giudizio del gup Luigi Levita, per un’ indagine sugli ospedali di Sarno e Scafati tra il 2014 e il 2016.

Il giudice ha disposto il non luogo a procedere anche per sette medici. Le motivazioni, per questi ultimi, saranno depositate entro i prossimi trenta giorni.

Le indagini

Le accuse sono di peculato, ricettazione, appropriazione indebita.

Le indagini dei carabinieri di San Valentino Torio all’inizio erano concentrate su A.F., infermiere di Sarno intercettato per possesso illegale di arma. L’uomo ha scelto il patteggiamento con tre anni di carcere.

Da lì si è delineato un giro di favori tra medici, infermieri, pazienti all’interno degli ospedali di Sarno e Scafati.

Ha patteggiato anche I.C. , una seconda infermiera la cui pena è stata decisa per 1 anno e 10 mesi.

Diversi episodi sono al vaglio dei giudici del collegio del presidente Raffaele Donnarumma: visita specialistica con esami di laboratorio non pagata grazie ad una simulazione di accesso d’emergenza al pronto soccorso.

A seguire, diversi episodi di appropriazione indebita di farmaci, come “bentelan” e “desometasone fosfato”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button