Cronaca

Nocera Inferiore, voleva vivere in casa con moglie e amante: uomo finisce a processo

L'uomo tra il giugno del 2017 e il dicembre del 2019 avrebbe più volte picchiato la moglie, minacciandola anche di morte

A Nocera Inferiore, un uomo voleva vivere in casa sia con la moglie che con l’amante. Nel periodo tra il giugno del 2017 e il dicembre del 2019, l’uomo avrebbe più volte colpito a schiaffi e calci la coniuge, minacciandola anche di morte. Ora sotto processo per maltrattamenti.

Nocera Inferiore: voleva vivere in casa con moglie e amante, processato per maltrattamenti

Finisce così a processo per maltrattamenti un 38enne di Nocera Inferiore, accusato di aver picchiato e ingiuriato la moglie, responsabile di non averlo assecondato su diverse pretese, tra le quali quella del tutto inusuale di permettere all’amante di vivere in casa con loro due.

Le accuse

Nel periodo tra il giugno del 2017 e il dicembre del 2019, l’imputato avrebbe più volte colpito a schiaffi e calci la coniuge, minacciata anche di morte: “Ti uccido, i levo di mezzo. Ti metto sulla sedia a rotelle” come riportato da SalernoToday.

Questo quanto verbalizzato dai carabinieri, in sede di denuncia. Tra le pretese dell’uomo, il dover accettare – per la moglie – la relazione extraconiugale imposta. La vicenda si è consumata per circa due anni, tra episodi di diversa natura e intensità, in particolare tra aggressioni fisiche vere e proprie, rientrate nell’accusa di maltrattamenti contestata dalla Procura di Nocera Inferiore.

salerno-controlli-droga-carabinieri-arresti-26-novembre

L’uomo era stato denunciato dalla donna, che aveva raccontato ai carabinieri le sue sofferenze al culmine dell’esasperazione, dopo aver subito diversi singoli episodi da parte del coniuge. Alle violenze fisiche si accompagnavano diverse forme di intimidazione e ricatti, oltre alle minacce di far del male alla donna. L’uomo è finito a processo dopo un decreto di citazione diretta a giudizio.

Articoli correlati

Back to top button