Cronaca

400 migranti a Salerno: la nave è arrivata

SALERNO. Dopo l’annuncio e dopo l’elaborazione del piano è sbarcata alle 9:10 la nave Cantabria, l’imbarcazione che ha trasportato 400 migranti a Salerno, insieme alle salme di 26 donne decedute durante i viaggi della speranza.

È il 22esimo sbarco a Salerno, ma è il più triste della storia dell’accoglienza nella città d’Arechi.

I migranti sono, precisamente, 375 e sono sono giunti al molo 3 gennaio, al loro arrivo la macchina organizzativa per lo spostamento nei centri d’accoglienza di tutto il territorio è stata già definita, così come la destinazione delle salme che saranno seppellite in diversi comuni del Salernitano dopo gli esami del pool di tecnici nominati dalla Procura di Salerno.

Le dichiarazioni del Prefetto sullo sbarco dei 400 migranti a Salerno

“Le salme di 26 donne sono state recuperate tutte morte in mare. Il dispiacere è di non essere riusciti a prenderle in tempo. È una nave che sarà più complicata sia per i tempi che sotto l’aspetto morale ed etico, ovviamente siamo ancor di più stretti nella collaborazione perché sono 26 omicidi del mare.

Grazie alla disponibilità completa del Comune di Salerno, della protezione di civile e di tutti i volontari abbiamo già i posti dove poterli accogliere e dove seppellire le donne decedute.

È una gestione difficile perché siamo in un porto commerciale, le persone devono lavorare e cercheremo di farlo con efficienza in modo da liberare appena possibile la banchina perché c’è un’attività commerciale che deve andare avanti”, ha detto il Prefetto Salvatore Malfi.

Il Prefetto ha poi continuato, secondo quanto riporta La Città: “Dell’ipotesi di strage dolosa di genere se ne occuperà la procura ma come Prefetto non posso che prendere atto del fatto che è sicuramente una strage.

C’è un pericolo di strage continuativa di popoli”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button