Cronaca

Acerno, ospizio lager: chiesti 5 anni di pena

ACERNO. Cinque anni e quattro mesi di reclusione per gli imputati nel processo dell’ospizio lager. Come riportato dal quotidiano “Le Cronache del Salernitano”, è questa la pena richiesta dal pubblico ministero Francesca Fittipaldi dopo aver visionato i filmati del sistema di videosorveglianza.

La sentenza dovrebbe essere emessa dal pm Pietro Indinnimeo durante l’udienza del prossimo 29 novembre, data in cui dovrebbero essere decisi anche i rinvii a giudizio.

La storia risale a circa un anno fa, quando due ex dipendenti denunciarono le sevizie che gli ospiti della casa di riposo erano costretti a subire: minacce, schiaffi, strattoni, razioni di cibo minime, limitazioni all’utilizzo dei servizi igienici.

La denuncia fece scattare le indagini, coordinate dal procuratore aggiunto Silvio Masillo e dal pm Fittipaldi, che portarono all’installazione delle videocamere di sorveglianza che hanno incastrato i colpevoli.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button